(Myanmar).Il Signore è fedele ed Egli vi rafforzerà e vi proteggerà” (2 Tessalonicesi 3,3). È la Parola che accompagna i membri delle Comunità Educanti delle FMA del Myanmar nell’Ispettoria Maria Nostro Aiuto – CMY, chiamati ad affrontare grandi sfide: l’emergenza sanitaria da coronavirus che ha provocato, ad oggi, circa 140 mila casi e oltre 3mila decessi e il Colpo di Stato avvenuto il 1° febbraio 2021.

La gente, i giovani e gli anziani sono solidali nel chiedere pace e libertà, nonostante il coronavirus continui a diffondersi. È una situazione triste quella che sta vivendo il popolo.
“Come cittadine del Myanmar siamo interpellate da questo evento inaspettato e siamo solidali e vicine al nostro popolo che soffre. In tutto il 2020 il popolo del Myanmar ha lottato duramente con la pandemia di Covid-19 e preoccupa la situazione per la nazione e per la missione educativa salesiana tra i giovani poveri, i bambini e le famiglie”.

Tutte le comunità FMA del Myanmar si affidano a Dio, fonte di speranza, di giustizia e pace.

“Non ci sentiamo sole ma unite a tutte le FMA del mondo. Siamo convinte che questo sia segno dell’amore e della cura provvidenziale di Dio. Sperimentiamo la Provvidenza di Dio insieme ai nostri amici e benefattori di altri paesi, i nostri vicini, le famiglie dei nostri bambini e giovani, che manifestano la loro generosità nel sostenere i più poveri e vulnerabili. Ci sostiene la preghiera del Papa e di tutte le nostre sorelle in tutto il mondo. Ci impegniamo nell’accompagnare i giovani che credono nella pace e nell’unità della nazione e li sosteniamo educando al dialogo, alla riconciliazione e all’amore, perché si costruisca una società giusta, pacifica e umana dove tutti possono godere dei fondamentali diritti umani e civili. Come Comunità Educanti siamo sollecitate ad essere segni di speranza e testimoni coraggiose nel chiedere pace e libertà”.

Mosse dalla Speranza le FMA del Myanmar sono accanto ai più poveri che hanno bisogno dei beni di prima necessità, confidando nella Divina Provvidenza di Dio e nel generoso aiuto dei benefattori. Invocano l’Aiuto della Madonna perché si promuova la giustizia sociale e la convivenza armoniosa, democratica e pacifica della nazione.

Le FMA vivono questo tempo di Quaresima con grande speranza. Maria, Aiuto dei Cristiani, e San Giuseppe, che operano meraviglie nel silenzio, continuino a camminare e sostenere le FMA e il popolo del Myanmar.

La Quaresima è un tempo per prendersi cura di chi si trova in condizioni di sofferenza. È possibile inviare contributi e offerte nelle modalità indicate sul Sito web dell’Istituto FMA, indicando nella causale l’emergenza segnalata.

1 COMMENTO

  1. “Todas las comunidades FMA de Myanmar confían en Dios, fuente de esperanza, de justicia y paz.” Siamo unite nella preghiera solidale. Non avete paura, Gesú ha vinto il mondo!

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.