Roma (Italia). La Comunità del Noviziato Internazionale Suor Teresa Valsé Pantellini dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice in via Appia a Roma condivide, con un evento online, il lavoro di studio e di approfondimento sulla vita e missione della Serva di Dio suor Antonieta Böhm, FMA.

Le Novizie, nel percorso formativo di preparazione alla Professione Religiosa nell’Istituto FMA, ogni anno approfondiscono e presentano la vita di una Figlia di Maria Ausiliatrice. Nel 2018 è stata presentata attraverso un musical la biografia di suor Maria Romero. Nel 2019 è stata messa in scena una rappresentazione teatrale sulla personalità di suor Teresa Valsè Pantellini. Nel 2020 l’attenzione, invece, è stata posta sul lavoro instancabile di suor Nancy Pereira tra i più poveri dell’India.

Quest’anno hanno conosciuto e approfondito suor Antonieta Böhm missionaria, Figlia di Maria Ausiliatrice dell’Ispettoria del Messico Sud Nostra Signora di Guadalupe (MME), già proclamata Serva di Dio, la cui causa di Beatificazione è in corso.

Tante sono le testimonianze che descrivono la maternità di suor Antonieta, la sua predilezione per i poveri e per la salvezza del mondo, l’amore ardente a Gesù, la chiamata ad essere trasparenza di Maria Ausiliatrice per essere dovunque la sua mano benedicente.

 

La finalità dell’incontro è condividere come la vicinanza di suor Antonieta ha accompagnato le novizie e la comunità in questo tempo di formazione, quali sono stati gli aspetti della sua vita più rilevanti e come la sua personalità e spiritualità possono interpellare oggi la vita dei giovani e delle comunità.

L’appuntamento è per domenica 18 aprile alle ore 17:00 ora italiana attraverso la diretta Youtube. 

 

 

Youtube: https://youtu.be/F8ySR5FWQGU

Youtube Compagnia del Cielo: https://bit.ly/2Q52UqX

 

Suor Antonieta Böhm nasce a Bottrop (Germania) il 22 settembre 1907. Fin da giovane sente la chiamata ad essere missionaria ed entra nell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA). Emette i voti religiosi il 5 agosto 1928 e nel 1934 parte per l’Argentina. Dopo trent’anni di lavoro missionario, viene inviata in Perù, poi in Bolivia e in Messico. Si caratterizza per la capacità di animazione saggia e materna, per l’amore ai poveri, per un ardente amore a Gesù e una filiale fiducia in Maria Ausiliatrice.

Suor Antonietta è ricordata per la sua bontà materna, il volto sorridente e una missione particolare legata a una statuetta di Maria Ausiliatrice, da lei ricevuta nel 1973 da suor Ersilia Crugnola, FMA con la raccomandazione di “farla lavorare“. Benediceva, perciò, tutto il mondo e, in particolare, gli ammalati e le persone che si affidavano alla sua intercessione e molti sperimentavano l’efficacia straordinaria di questa benedizione. Muore a Coacalco in  Messico il 27 aprile 2008.

2 COMMENTI

  1. Muchas gracias. El hacer memoria de las Hermanas que nos han precedido, fortalece nuestra vocación ” hasta los últimos confines de la tierra” SALESIANA? SI, GRACIAS PARA SIEMPRE.
    👏👏👏👏👏🥰🥰🥰🥰

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.