Roma (Italia). Ricostruire il Patto Educativo Globale” è il tema dell’evento mondiale, svoltosi presso la Pontificia Università Lateranense a Roma e in diretta streaming su YouTube Vatican Media, il 15 ottobre 2020.

“Serve un Patto Educativo Globale che educhi alla solidarietà e a un nuovo umanesimo”. Papa Francesco rilancia il tema dell’educazione, proponendo a tutte le persone l’adesione al Global Compact on Education, un patto per generare un cambiamento mondiale, affinché l’educazione sia creatrice di fraternità, pace e giustizia.

L’evento è stato moderato da Alessandro Gisotti, Vicedirettore editoriale del Dicastero per la Comunicazione.  Sono intervenuti i Rettori della Università Lateranense, prof. Vincenzo Buonomo e della Università Cattolica del Sacro Cuore, prof. Franco Anelli; la sociologa Silvia Cataldi, Docente all’Università “La Sapienza” di Roma; la Direttrice generale dell’Unesco, Audrey Azoulay, i Responsabili della Congregazione per l’Educazione Cattolica, il Cardinale Giuseppe Versaldi e l’Arcivescovo Angelo Vincenzo Zani.
Il videomessaggio del Papa è stato commentato anche da giovani studenti, primi interlocutori del Messaggio del Santo Padre.

Video-Evento GlobalCompactonEducation

“Noi riteniamo che l’educazione è una delle vie più efficaci per umanizzare il mondo e la storia. L’educazione è soprattutto una questione di amore e di responsabilità che si trasmette nel tempo di generazione in generazione. L’educazione, quindi, si propone come il naturale antidoto alla cultura individualistica, che a volte degenera in vero e proprio culto dell’io e nel primato dell’indifferenza. Il nostro futuro non può essere la divisione, l’impoverimento delle facoltà di pensiero e d’immaginazione, di ascolto, di dialogo e di mutua comprensione. Il nostro futuro non può essere questo. Oggi c’è bisogno di una rinnovata stagione di impegno educativo, che coinvolga tutte le componenti della società”.

 

Testo integrale videomessaggio del Papa 

 

Di fronte a un “cambiamento d’epoca”, è necessario investire in educazione, attraverso la formazione di coscienze mature, libere, responsabili, attente all’altro, aperte al dialogo, capace di affrontare con coraggio e creatività le sfide del tempo presente.

“Questo patto può funzionare se noi, come educatori, come docenti ma anche come genitori, torniamo al significato vero di cultura, quel coltivare che è un verbo che implica prendere tempo e prendersi cura”.

L’educazione è cosa di cuore (D. Bosco)

L’attenzione alla persona comporta una fiducia nelle potenzialità dei soggetti; una fiducia fondativa, tesa a riconoscere in ogni persona la sua capacità di crescere, di tendere al vero, al buono, al bello; una fiducia consapevole delle risorse, delle fatiche e delle fragilità di ogni essere umano.

Buoni cristiani e onesti cittadini (Sistema Preventivo)

“Ci vuole un’educazione che applichi nella vita quotidiana il Patto Educativo, a partire dai problemi reali dei giovani. I giovani non sono il futuro ma il presente!”

Formare cittadini attivi e responsabili è la missione delle Figlie di Maria Ausiliatrice nel mondo: costruire laboratori di relazioni fraterne, fare rete, tessere legami con il territorio e promuovere la civiltà dell’amore.

Un patto educativo globale

Per stringere un “patto” occorre incontrarsi, accettarsi e individuare dei valori e degli obiettivi comuni, su cui lavorare insieme. Occorre ascoltare la voce dei ragazzi, dei giovani e dei bambini; occorre trasmettere valori e conoscenze; occorre costruire un futuro di pace e difendere la dignità di ogni persona.

È l’appello per ogni Comunità Educante, per ogni persona di buona volontà, perché tutti, singoli e istituzioni, in modi propri e specifici, concorrono alla qualità degli ambienti e dei contesti, all’interno dei quali la formazione delle persone si concretizza.

È questa la strada maestra per educare, per generare nelle persone, soprattutto nei giovani, la fiducia nella vita e negli altri, contribuendo a costruire umanità, solidarietà, pace.

 

3 COMMENTI

  1. A Educação é o caminho para promover, construir e reconstruir pessoas em todas as dimensões do ser humano. Precisamos nestes tempos difíceis com coragem abraçar esta causa
    com criatividade, dedicação, inovação.

  2. En el actual escenario sociocultural global, el pacto educativo global es aún más urgente. Educar conecta personas y comunidades, por eso adherirse al pacto educativo significa regenerar las relaciones partiendo de los más cercanos, de la familia y luego extendiéndose al mundo y la naturaleza.

    • A Educação é o caminho para promover, construir e reconstruir pessoas em todas as dimensões do ser humano. Nestes tempos difíceis é preciso abraçar esta causa com coragem, criatividade e inovação.

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.