Mornese (Italia). Il 13 settembre 2020 inizia ufficialmente la nuova esperienza delle Figlie di Maria Ausiliatrice a Mornese (AL), con l’unione delle due comunità, i Mazzarelli e il Collegio, in una Comunità Internazionale, con sede al Collegio, luogo di origine dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

All’inaugurazione erano presenti la Vicaria Generale, suor Chiara Cazzuola, l’Ispettrice dell’Ispettoria Maria Ausiliatrice di Piemonte e Val d’Aosta (IPI), suor Emma Bergandi e i membri del Consiglio Ispettoriale, suor Elide Degiovanni, Ispettrice emerita, l’Ispettrice dell’Ispettoria Madonna del Cenacolo (ILS), suor Carla Castellino, l’Ispettrice dell’Ispettoria Sacra Famiglia (ILO), suor Maria Teresa Cocco, suor Emilia Musatti e suor Graziella Curti, alcune Direttrici dell’Ispettoria IPI e qualche Mornesino a rappresentare il paese.

L’Ispettore salesiano della Circoscrizione speciale Piemonte-Valle d’Aosta, don Leonardo Mancini, ha presieduto l’Eucarestia rendendo solenne l’avvio della nuova esperienza, in un clima di preghiera e di fiducia nella presenza di Gesù a Mornese.

La Vicaria Generale, suor Chiara Cazzuola, nel suo messaggio ha detto: «Stiamo vivendo insieme una giornata significativa, che è una spinta verso il futuro. Mornese è per l’Istituto, per le FMA e per le Comunità Educanti, un centro di irradiazione del carisma salesiano incarnato in modo meraviglioso da Maria Domenica Mazzarello e dalle prime FMA, declinato al femminile con la sapienza dello Spirito. Don Bosco stesso parlando con Don Cagliero e con i primi Direttori Salesiani della comunità del Collegio diceva “lasciatela fare, lasciatela libera di fare, lei sa…” perché sapeva che Madre Mazzarello, pur in mezzo a tante difficoltà, stava realizzando l’altra parte del sogno di don Bosco: fare per le ragazze ciò che si faceva già per i ragazzi. Quindi un carisma per la missione, una spiritualità che si esprime nel dono incondizionato alle giovani e ai giovani».

La Direttrice della Comunità, suor Maria Vanda Penna, ha invitato le Figlie di Maria Ausiliatrice, i giovani, le famiglie, i membri della Famiglia Salesiana e tutti coloro che desiderano vivere insieme momenti di riflessione e di spiritualità, a recarsi a Mornese sui luoghi di Madre Mazzarello per rivivere l’esperienza delle origini.

“La vita delle prime sorelle a Mornese era bella, il cuore della Comunità erano Gesù e Maria e con loro al centro divampava un fuoco di fraternità e di comunione tanto grande che dopo solo cinque anni dalla Fondazione (5 agosto 1872), sei FMA giovani partirono per annunciare il Vangelo in terre lontane (1877)”.

La nuova Comunità è promotrice dell’accoglienza e della proposta carismatica nei luoghi simbolo di una Terra Santa: il Collegio, il Santuario, la Casa di spiritualità dei Mazzarelli e la Valponasca, con l’impegno di ravvivarne lo spirito delle origini.

 “Facciamo del bene finché siamo in tempo”
(Madre Mazzarello)

 

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.