Roma (Italia) Il 3 febbraio 2020, la Madre Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice, Suor Yvonne Reungoat, ha comunicato la destinazione delle 10 FMA neo-missionarie alla Comunità di Casa Generalizia.

Le neo-missionarie, provenienti da 10 Ispettorie e da 3 Continenti, hanno conosciuto la destinazione al termine di un tempo di discernimento e di preghiera, vissuto dal 22 dicembre al 2 febbraio 2020 con l’accompagnamento della Consigliera per le Missioni, suor Alaíde Deretti.

Nell’incontro con la comunità, prima dell’annuncio della destinazione delle neo-missionarie, Madre Yvonne ha detto:

“Dall’inizio dell’Istituto la dimensione missionaria è stata forte, perché è parte dell’annuncio del Regno, è parte della passione apostolica del Da Mihi Animas Cetera Tolle, di questo fuoco che lo Spirito ha acceso nel cuore di Don Bosco e di Madre Mazzarello, “A te le affido”, di portare la buona notizia del Regno, la Buona Notizia del Vangelo fino ai confini della terra. La missionarietà è questo soffio dello Spirito dentro di noi che ci porta a manifestare, comunicare la presenza viva del Signore”.

La destinazione delle neo-missionarie:

  1. Maricoy Natalia Verónica (ABB)

Chaco Paraguayo – Ispettoria San Raffaele Arcangelo (PAR)

  1. Ángel Perea Eblin Yannesi (CMM)

São Marcos (Progetto Itineranza tra gli Indigeni) – Ispettoria N. S. della Pace (BCB)

  1. Boeno Miranda Adriana (BPA)

Mongolia  – Ispettoria Stella Mattutina (KOR)

  1. Vaz Lavita (INB)

Etiopia/Sudan/Sud Sudan – Visitatoria Maria Ausiliatrice (AES)

  1. De la Cruz Vila Nery (PER)

Siria-Damasco – Ispettoria Gesù Adolescente (MOR)

  1. Jaramillo Campoverde Jimena A. (ECU)

Venezuela (Amazonas) – Ispettoria S. Giovanni Bosco (VEN)

  1. Duarte Ojeda María Dora (CAR)

Etiopia/Sudan/Sud Sudan – Visitatoria Maria Ausiliatrice (AES)

  1. Ma Christina (CMY)

Patagonia  – Ispettoria San Francesco di Sales (ABA)

  1. Jurado Mercedes (SPA)

Cuba  – Ispettoria  S. Giuseppe (ANT)

  1. Pereira Jaqueline (BMA)

Angola – Visitatoria Regina della Pace (ANG)

Suor Alaíde Deretti, ringraziando per il sì generoso ogni neo-missionaria e le loro Ispettorie di origine, ha ripreso le parole di Madre Yvonne Reungoat, nella Circolare di Convocazione al CGXXIV: La dimensione missionaria è elemento essenziale dell’identità dell’Istituto (cf C 75), che si ritrova nella parola di Papa Francesco «Io sono una missione su questa terra, e per questo mi trovo in questo mondo», con l’augurio che tutte possano essere veramente “missionarie generative di vita nel cuore della contemporaneità”.

La notizia del Mandato missionario, nell’anno del Capitolo Generale XXIV e nel Triennio in preparazione al 150° di Fondazione dell’Istituto, è l’invito per ogni FMA a far crescere l’impronta missionaria, consegnata in eredità da Don Bosco, alla luce della Parola «Fate tutto quello che Egli vi dirà» (Gv 2,5), per portare Gesù ai giovani e alle giovani del Mondo.

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.