Guwahati (India) I giovani del Movimento Giovanile Auxilium (AYM) dell’Ispettoria Mater Ecclesiae (ING) il 9 settembre 2020 si sono dati appuntamento per vivere la prima Festa dei Giovani online – a causa della pandemia di Covid-19 – sul tema Salviamo il nostro ambiente (Save Our Environment).

La festa, organizzata dall’Equipe ispettoriale di Pastorale Giovanile, è stata preceduta da una Campagna lanciata il 24 agosto 2020 con lo slogan “Insieme possiamo! Salviamo il nostro ambiente”, con l’obiettivo di motivare i Giovani a diventare “Eco-Influencer” e a stimolare le Comunità Educanti nel raccogliere l’invito di Papa Francesco a prendersi cura della nostra Casa Comune.

Alla Campagna hanno aderito oltre 300 giovani delle Scuole dell’Ispettoria ING e gli studenti universitari. Il vincitore è uno studente dell’Auxilium College di Udalguri che ha spronato i compagni a unirsi a lui per una campagna di pulizia ambientale: insieme hanno piantato alberi, raccolto e portato in discarica rifiuti di plastica, pulito luoghi come parchi, campi da gioco, spazi comunali. Al secondo posto si è classificata una studentessa dell’Auxilium School di Tangla, che ha coinvolto altri giovani nel piantare piccoli alberi nella loro località e nel mantenere pulito l’ambiente.

Alla Festa Virtuale erano più di 600 i giovani presenti, tramite Zoom e YouTube. L’Ispettrice, suor Alphonsa Kurisingal, la Vicaria ispettoriale,  suor Lydia Komuhra, la Coordinatrice per la Pastorale Giovanile della Conferenza Interispettoriale PCI, suor Molly Elizabeth  e suor Catherine Kannampuzha, Consigliera Ispettoriale per la PG, hanno dato il benvenuto ai partecipanti. Erano inoltre presenti, da Roma, suor Runita Galve Borja, Consigliera Generale per la Pastorale Giovanile e suor Lolia Annie, sua Collaboratrice.

L’Ispettrice ha salutato i giovani e li ha incoraggiati a diventare “agenti” per salvare la Madre Terra. Ha anche incoraggiato le FMA a portare avanti la missione tra i giovani con rinnovato entusiasmo, affrontando le sfide dell’accompagnamento.

Suor Runita Borjaha ha poi esortato tutti i partecipanti a vivere una vita piena di “Grazia” e ad essere persone di “Grazia”, per salvare l’ambiente. Ha anche incoraggiato i giovani a scegliere di accendere una candela, invece di maledire l’oscurità e ha concluso citando le parole del Mahatma Gandhi: “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

Suor Molly Elizabeth, invitando a diventare protagonisti della salvaguardia dell’ambiente, ha citato Santa Teresa di Calcutta, con la frase: “Io posso fare cose che tu non puoi, tu puoi fare cose che io non posso; insieme possiamo fare grandi cose”, mentre suor Catherine Kannampuzha ha portato alcuni suggerimenti pratici per contribuire alla costruzione di un ambiente eco-compatibile.

Nel suo intervento, Suor Lolia Annie, la relatrice principale, ha animato i giovani a diventare i protagonisti del cambiamento ambientale (Environment Change). Attraverso alcune domande, li ha esortati ad avere una visione chiara e grandi sogni, per attuare cambiamenti concreti nel mondo. Ha concluso con queste parole: “Cari giovani amici, creiamo un mondo in cui l’ambiente non abbia bisogno di essere protetto, dove tutti gli essere viventi e inanimati possano vivere in armoniosa armonia tra loro”.

In seguito, il vincitore della Campagna Save Our Environment ha avuto l’opportunità di condividere l’esperienza legata al suo progetto. I giovani hanno anche avuto un tempo per interagire online fra di loro. Il webinar si è concluso con i ringraziamenti a tutti i partecipanti e all’Equipe che ha organizzato e coordinato questa Festa inedita, con giovani che si sono resi protagonisti, nel loro piccolo, del cambiamento ambientale, dando visibilità al concetto che “Insieme possiamo!”.

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.