Roma (Italia). Si svolge dal 20 al 23 settembre 2018 il Congresso Internazionale “Giovani e Scelte di Vita: Prospettive Educative” promosso dall’Università Pontificie Salesiana (UPS) e Pontificia facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”.

Sono attesi presso l’Università Pontificia Salesiana (UPS), sede del Congresso, circa 500 partecipanti, di cui 185 Figlie di Maria Ausiliatrice e Laici in rappresentanza dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

Saranno presenti la Madre Generale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, Suor Yvonne Reungoat, la Consigliera per la Pastorale Giovanile, Suor Runita Borjia, la Segretaria Generale Suor Piera Cavaglià che interverranno al Congresso insieme ad altre Consigliere generali e alcune collaboratrici d’Ambito.

“La giovinezza si caratterizza come tempo privilegiato in cui la persona compie scelte che determinano la sua identità e il corso della sua esistenza… Essa si configura quindi non solo come una fase di transizione tra i primi passi verso l’autonomia mossi nell’adolescenza e la responsabilità dell’età adulta, ma come il momento di un salto di qualità dal punto di vista del coinvolgimento personale nelle relazioni e negli impegni e della capacità di interiorità e solitudine.

Certo, è un tempo di sperimentazione, di alti e bassi, di alternanza tra speranza e paura e di necessaria tensione tra aspetti positivi e negativi, attraverso cui si apprende ad articolare e integrare le dimensioni affettive, sessuali, intellettuali, spirituali, corporee, relazionali, sociali. Questo cammino, che si snoda tra piccole scelte quotidiane e decisioni di maggiore portata, permette a ciascuno di scoprire la propria singolarità e l’originalità della propria vocazione”. (“Instrumentum laboris” della XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, nn. 16.18)

Il Congresso Internazionale Giovani e Scelte di Vita: Prospettive Educative, tre giorni intensi di studio e di dibattito, di confronto e di ascolto, per offrire un contributo allo studio del mondo giovanile in rapporto alle scelte di vita a partire dallo specifico punto di vista che qualifica la ricerca universitaria nell’ambito delle scienze dell’educazione e nella prospettiva più generale dell’umanesimo pedagogico cristiano che sta a fondamento del sistema formativo di San Giovanni Bosco.

I relatori e gli esperti invitati provengono da 18 diversi paesi, 8 dell’Europa e 10 extraeuropei.

L’evento si apre giovedì 20 settembre presso l’Aula Paolo VI dell’Università Pontificia Salesiana con una Conferenza introduttiva di presentazione e di inquadramento della tematica del Sinodo dei giovani da parte di mons. Raúl Biord Castillo, Vescovo di La Guaira (Venezuela), Vicepresidente della Conferenza Episcopale Venezuelana.

Le sessioni di venerdì 21 settembre sono dedicate rispettivamente a In ascolto dei giovani e In dialogo per discernere, interventi sulla condizione giovanile e su come il mondo degli educatori adulti la considera, relativamente a vari contesti culturali.

Il Panel dal titolo La vita dei giovani: modelli, stili, valori e scelte, organizzato dall’Osservatorio Internazionale della Gioventù dell’Università Pontificia Salesiana (UPS) e dalla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium, vede la partecipazione di alcuni studiosi del continente europeo, americano, africano e asiatico.

Nel pomeriggio le sessioni parallele sui temi: “Per una rilettura antropologica della dinamica della scelta libera dei giovani”; “I dinamismi psicologici implicati nelle scelte dei giovani”, “Come formare i giovani alle scelte libere e responsabili: dinamismi motivazionali, affettivi e volitivi”; “Le sfide della Pastorale giovanile oggi”. Conclude la giornata una sessione di “Comunicazioni” animata da docenti FMA, SDB e laici.

La prima parte del programma di sabato 22 settembre è dedicata alle prospettive educative in chiave ecclesiale e salesiana, prima a confronto con l’esperienza formativa di san Giovanni Bosco e di santa Maria Domenica Mazzarello e poi sviluppando delle proposte per l’educazione oggi nell’orizzonte del sistema educativo salesiano. Nel pomeriggio segue la presentazione di 18 “buone pratiche” di percorsi per educare i giovani alle scelte nei diversificati ambiti di vita, con riferimento ad esperienze in corso in Argentina, Brasile, Canada, Colombia, Filippine, Francia, Italia, Madagascar, Slovacchia, Spagna e Svizzera.

L’ultima sessione del Congresso, domenica 23 settembre, è dedicata alle Conclusioni, e termina con una Celebrazione Eucaristica presieduta da Don Fabio Attard (Consigliere Generale per la Pastorale Giovanile Salesiana).

Altri momenti: un Concerto dell’Accademia degli Ostinati, uno Spettacolo (“Artem fallendi discere”. Berlicche in conferenza pre-sinodale) scritto e rappresentato dagli studenti dell’Auxilium, un intervento musicale del Gruppo “Scape”.

Per seguire:

Sito del Congresso

Facebook

Programma (link file programma.pdf)

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.