Roma (Italia). La Madre Generale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, Suor Yvonne Reungoat, con la Circolare n 998 del 31 maggio 2020, rende pubblica la rinnovata Convocazione del Capitolo Generale XXIV.

Tutti sulla stessa barca, sono le parole pronunciate da Papa Francesco il 27 marzo 2020, che hanno trasformato il ritmo quotidiano dei mesi di Pandemia da Covid-19. Distanziamento sociale e misure restrittive di contenimento del contagio da coronavirus hanno portato anche al rinvio di eventi, convegni ed esperienze.

La Madre Generale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, suor Yvonne Reungoat, nel febbraio 2019 con la pubblicazione della Circolare n 985, aveva annunciato l’inizio del Capitolo Generale XXIV a Roma nella Casa Generalizia il 18 settembre 2020.

Dopo un attento discernimento con le Consigliere Generali ha reso pubblica la data della rinnovata convocazione: “In questo tempo di dura prova per tutto il mondo, a causa della pandemia da Covid-19, tenuto conto delle misure in atto stabilite dai governi e soprattutto delle restrizioni per i viaggi e gli spostamenti […] e delle informazioni raccolte sul decorso della pandemia da Covid-19 nel mondo, la Madre convoca ufficialmente il Capitolo Generale XXIV, a norma dell’articolo 138 delle Costituzioni dell’Istituto FMA” (Circ. n 998).

Il Capitolo Generale XXIV avrà inizio nella Casa Generalizia FMA, a Roma, il 17 aprile 2021.

“La contemporaneità non è solo una categoria temporale, è una relazione complessa col proprio tempo per la lettura dello scenario sociale, politico, religioso, istituzionale, educativo e culturale in cui si vive” (Circolare n 985). In ascolto della realtà e delle conseguenze della pandemia sugli stili di vita e sulla missione educativa salesiana, attraverso la lettura credente della situazione attuale, densa di nuove sfide e di inedite opportunità, la Madre rinnova la scelta del tema “Fate tutto quello che Egli vi dirà” (Gv 2,5). Comunità generative di vita nel cuore della contemporaneità con l’obiettivo di risvegliare la freschezza originaria della fecondità vocazionale dell’Istituto.

A conclusione la Madre invita le Comunità Educanti ad invocare la luce dello Spirito Santo e ad affidarsi a Maria Ausiliatrice, Guida e Madre:

«Maria ci insegni ad avere uno sguardo attento alla realtà, ad intuire i bisogni, a prevedere vie nuove per la missione educativa a dare speranza ai/alle bambini/e, agli/alle adolescenti e ai/alle giovani, specialmente ai più poveri.  Ella ci educhi all’ascolto obbediente di Gesù che, con il suo Spirito, rigenera le Comunità Educanti operando il miracolo del “vino nuovo”. Ci sentiamo tutte in comunione in questo cammino illuminato dalla speranza. La nostra fiducia è radicata in Colui che è con noi tutti i giorni come presenza d’amore, di sapienza e di perenne novità».

3 COMMENTI

  1. Cada circular tuya Madre Ivonne es una llamada a renovar nuestro si desde la misión. En este tiempo de pandemia, tan intensa en nuestro país y en otros de América, surgen muchas inquietudes, expectativas, anhelos que se ven todos reducidos a un contacto a través de las redes, por ahora, pero que al mismo tiempo abren tantos horizontes de esperanza.
    En Perú estamos a las puertas de elecciones generales. Hemos vivido situaciones muy duras en los años pasados, pienso que el tema capitular y tu palabra nos invitan a concretar acciones de compromiso ciudadano y cristiano. Gracias Madre, cuenta con nuestras oraciones.
    Bendiciones

  2. Agradecemos a la Madre Yvonne su apertura al discernimiento del Espíritu Santo, para realizar la vida y misión de acuerdo al aquí y ahora teniendo en cuenta las circunstancias para generar vida y vida abundante. Que Maria siga siendo para todas Madre y maestra, guía que ilumina el trayecto a realizar según los planes de Dios.

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.