Festa del Grazie 2019

Bellflower (Stati Uniti). La Festa del Grazie Mondiale per la Madre Generale, Madre Yvonne Reungoat, è stata celebrata nell’Ispettoria Maria Immacolata (SUO) a Bellflower, in California il 26 aprile 2019.

Presenti Suor Chantal Mukase Ruzagiriza, Consigliera Generale Visitatrice, i Vescovi, i sacerdoti, i Salesiani di Don Bosco, le FMA provenienti dalle Conferenze Interispettoriali NAC e CIMAC, i rappresentanti delle Comunità Educanti e i membri della Famiglia Salesiana, giovani e amici.

Al mattino del 25 aprile, la Madre ha incontrato le Ispettrici delle Conferenze Interispettoriali NAC e CIMAC per condividere dell’apertura della Comunità Interispettoriale a Monterrey, in Messico. La nuova comunità, Casa Monarca, avrà inizio a settembre 2019 ed è una risposta all’invito del Capitolo Generale XXIII per rispondere all’accoglienza dei migranti attraverso una collaborazione interispettoriale.

In serata nella cappella della Scuola St. Mary a Boyle Heights, in California, si è svolta la veglia della Giornata Mondiale della Gratitudine. Gli studenti della Scuola St. Mary hanno interpretato artisticamente i salmi della preghiera serale con canti e danze. Madre Yvonne ha ringraziato i giovani dicendo: «Siete il cuore della nostra vita, siete la nostra gioia; voi date il senso alla nostra vita!» E poi, rivolgendosi a tutti presenti la Madre ha sottolineato: «L’amore cambia il mondo, l’amore dà vita, l’amore è fonte di gioia, l’amore è contagioso». La serata si è conclusa con il momento di convivialità e gli spettacoli dei bambini della scuola.

Il 26 aprile, dopo la preghiera del mattino, le sorelle di ogni Ispettoria delle Conferenze Interispettoriali NAC e CIMAC hanno espresso la gratitudine alla Madre. Poi, presso l’Hollywood Sports Park a Bellflower, i membri della Famiglia Salesiana hanno offerto alla Madre doni per esprimere la loro gioia e condividendo un momento di fraternità.

Alle 15.00 la Solenne Celebrazione Eucaristica è stata celebrata nella Parrocchia di San Domenico Savio a Bellflower, in California. Mons. Marc Trudeau, Vescovo di Los Angeles, ha presieduto l’Eucarestia, concelebrata da due Ispettori Salesiani delle Ispettorie degli Stati Uniti, Don Ted Montemayor e Don Tim Zak, e una ventina di Salesiani. Nell’omelia, Mons. Marc Trudeau ha sottolineato: «Tutto quello che facciamo scorre da questo altare di gratitudine al mondo che ha bisogno della vita che noi possiamo condividere. Mostriamo al mondo come siamo riconoscenti per quello che Dio ci ha dato».

Alle 19.00 ci si è ritrovati tutti nella Chiesa di San Tommaso Apostolo per ascoltare la Cantata sulla vita di Santa Maria Mazzarello scritta da Suor Phyllis Neves e Patricia Rico. Il coro è stato composto da studenti di San Domenico Savio, Santa Maria, San Tommaso, da alcune suore, aspiranti e postulanti. I giovani della Parrocchia San Tommaso hanno presentato la Scenetta “A te le affido“, rappresentando ogni continente del mondo, descrivendo le caratteristiche, le bellezze e problematiche presenti in ogni società. La rappresentazione si è conclusa con la scena in cui Maria Ausiliatrice ha affidato a cinque suore le esigenze dei giovani di ogni continente.

Madre Yvonne ha rivolto la parola ai presenti esprimendo la gioia del ritrovarsi insieme come Famiglia Salesiana ed Ecclesiale: «Non sono mai stata qui prima, ma sembra che ci siamo sempre conosciuti! Avete una parrocchia multiculturale perché siete di tanti paesi diversi. Questo è un segno dell’unità fraterna che siamo chiamati a vivere». La Madre ha raccontato come la Beata Vergine ha affidato le giovani a Santa Maria Mazzarello: «Il Signore affida sempre qualcuno a noi, c’è sempre qualcuno che ha bisogno di noi». Poi ha ricordato come Madre Mazzarello era sempre uscita alla ricerca dei giovani e come l’ha sempre fatto con gioia, citando le sue lettere: «La gioia è il segno di un cuore che ama molto il Signore. Desidero che tutti voi abbiate un cuore che ama molto Gesù. Se ti senti amato da Gesù, sei felice! Perché non c’è gioia più grande dell’essere amati da Gesù!».

Madre Yvonne ha invitato i giovani a sentire la chiamata di Dio a portare la sua Parola fino ai confini della terra per tutta la loro vita.

Festa "del Grazie 2019".

 

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.