Roma (Italia). La Madre Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice, Suor Yvonne Reungoat, nella Circolare n°1004, a nome dell’Istituto FMA, esprime la riconoscenza a Don Ángel Fernández Artime, Rettor Maggiore dei Salesiani di Don Bosco, per la primizia della presentazione della Strenna 2021, il 26 dicembre 2020.

La Strenna 2021, dal tema “Mossi dalla speranza: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose» (Ap 21,5)”, costituisce per la Famiglia Salesiana “un dono da accogliere da Dio e una sfida da affrontare con coraggio evangelico e cuore salesiano” e chiama tutti, in questo tempo di prova e incertezza dovuto alla pandemia di Covid-19, a lasciarsi “muovere” dalla speranza.

Presentando la Strenna, il Rettor Maggiore specifica che il tema non rimanda semplicemente a un ottimismo legato alla mentalità del mondo, ma alla speranza cristiana che si fonda sulla fede in Dio, un dinamismo interiore che viene dallo Spirito Santo, che richiede la disponibilità a lasciarsi formare.

La speranza è un’attitudine a riconoscere segni della “vita nuova” che sta germogliando, per proclamare con gioia, specialmente alle/ai giovani, che una nuova primavera può nascere. La Famiglia Salesiana, sull’esempio di Don Bosco e di Madre Mazzarello, che hanno “sperato contro ogni speranza”, è chiamata a far fiorire anche questa stagione difficile:

“Come Famiglia Salesiana abbiamo la possibilità, con l’energia che ci viene dal carisma, di dare risposte evangeliche alle varie inedite emergenze, a scrivere in umiltà, con creatività e intraprendenza, una nuova pagina di salvezza, pur consapevoli della nostra fragilità e delle nostre debolezze”.

Madre Yvonne condivide la gioia per le notizie provenienti dalle Comunità FMA del mondo, che raccontano la creatività nel vivere la missione educativa ed evangelizzatrice, insieme ai giovani e ai laici, tramite scelte di sobrietà e gesti di solidarietà, per portare sollievo e speranza alle famiglie in difficoltà.

Per vivere insieme un cammino in cui esprimere la forza del carisma salesiano vissuto nella speranza evangelica, la Madre riprende alcuni degli impegni suggeriti dal Rettor Maggiore nel commento alla Strenna 2021 e li propone a tutte le Comunità Educanti. In particolare, sottolinea la fedeltà alla preghiera vissuta come “scuola di speranza” e l’azione educativa-evangelizzatrice verso le/i giovani più poveri, improntata alla speranza, promuovendo un’educazione di qualità come presupposto indispensabile per proteggere la casa comune e promuovere la fraternità umana, secondo quanto dice Papa Francesco nel Videomessaggio per il lancio della Missione 4.7 e del Global Compact on Education: «L’educazione è sempre un atto di speranza».

La Madre Generale termina la Circolare assicurando al Rettor Maggiore l’impegno a vivere la proposta offerta nella Strenna come un rinnovato appello ad essere Comunità che irradiano speranza, e augurando alle FMA, ai laici, alle/ai giovani e alle famiglie un 2021 di speranza, serenità, salute e solidarietà concreta verso ogni fratello e sorella, accolti con l’amore e la misericordia che Gesù mette nel cuore”.

Circolare n° 1004

1 COMMENTO

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.