Mornese (Italia). Accolti dall’abbraccio delle colline dell’Alto Monferrato e dall’ospitalità delle Figlie di Maria Ausiliatrice della Comunità S. Maria D. Mazzarello, dell’Ispettoria piemontese Maria Ausiliatrice (IPI), il 27 e 28 aprile 2024, un gruppo di membri dell’Associazione Devoti di Maria Ausiliatrice (ADMA) provenienti da Torino, San Benigno Canavese, Nizza Monferrato, Mornese e Lerma, ha trascorso due giornate di ritiro al Collegio di Mornese (Alessandria).

Sono state giornate intense, nelle quali momenti di riflessione e preghiera si sono alternati a momenti di convivialità. Nelle due riflessioni proposte da suor Lucrezia Uribe, FMA, Animatrice mondiale dell’ADMA – intitolate “Per pregare bene, pregate di cuore e col cuore” e “La spiritualità mariana in Madre Mazzarello” –  la giovane Maín è stata presentata come una donna assidua nella preghiera e nella meditazione sulla Parola di Dio. La sua era una preghiera “di cuore”, molto personale e spontanea, che le permetteva di entrare in intimità con Dio e di trasfigurare la sua vita.

La crescita nella devozione verso Maria Addolorata forgiò la spiritualità di Maín che, divenuta Figlia di Maria Ausiliatrice, tradusse la conformazione a Cristo con la significativa espressione “Lui qui e noi qui”, indicando il crocifisso appeso al collo.

Nella riflessione proposta da don Pietro Mellano, Salesiano di Don Bosco, cappellano della Comunità FMA di Mornese e coordinatore del Centro di Formazione Professionale di Alessandria – dal titolo “Maria Donna di preghiera” – Maria è stata ritratta quale esempio di un atteggiamento aperto, di un cuore disponibile che, nella preghiera umile e semplice, mise la vita nelle mani del Signore: “Signore, quello che tu vuoi e come tu vuoi”. Maria è la donna che nella preghiera fa comprendere che ogni giorno donato da Dio è una chiamata.

Le giornate, trascorse nel silenzio e nella meditazione, erano scandite dall’ora di adorazione eucaristica, dalla preghiera dei vespri e del santo rosario con meditazioni su “Maria Donna delle beatitudini”, guidato da suor Lucrezia Uribe e da suor Gabriela Patiño, Delegata mondiale delle/degli Exallive/i delle FMA.

A fine giornata non poteva mancare, in pieno spirito salesiano, la Buona Notte data da suor Blanca Sánchez, FMA, Direttrice della Comunità di Mornese.

Presso il Santuario Maria Mazzarello, don Manolo Jiménez, SDB, Assistente Centrale delle VDB ha presieduto la Santa Messa della domenica insieme a tante persone del paese e, dopo il momento di adorazione eucaristica e la preghiera del Rosario, ognuno è tornato a casa con il desiderio di ripetere l’esperienza comunitaria di preghiera e silenzio, come è stato raccomandato da Papa Francesco per questo anno 2024, in preparazione al grande Giubileo del 2025.

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.