(Timor-Indonesia). Dal 4 aprile 2021, forti inondazioni e frane causate da intense piogge hanno colpito l’area della Capitale di Timor Est, Dili, alcune isole non lontane dell’Indonesia orientale, compresa l’Isola di Flores e la parte occidentale dell’Isola di Timor, appartenente all’Indonesia. Decine e decine di dispersi, centinaia di abitazioni travolte e sepolte da frane e smottamenti, chilometri di strade distrutte e diverse migliaia di sfollati che hanno dovuto lasciare le loro case, alcune delle quali completamente spazzate via dalle acque.

Le Comunità FMA dell’Ispettoria “S. Maria D. Mazzarello” (TIN) non hanno subito danni materiali. A Dili Comoro, il fiume che normalmente è secco, ha travolto le case costruite sulla sponda del fiume. In questa zona ci sono 3 comunità delle FMA. Nella Scuola Maria Ausiliatrice, sono state accolte 50 famiglie, soprattutto donne e bambini. Nel centro “Comoro Don Bosco” i Salesiani di Don Bosco hanno accolto nella palestra più di 1000 persone.

A Dili Balide, c’è una comunità FMA. La zona verde alle spalle della casa è una collina, di terreno morbido, facile alle frane, e ci sono tante case; l’abbondanza dell’acqua ha provocato la frana delle pendici della collina che ha portato con sé anche le case. Tanta gente si è rifugiata presso la comunità FMA, che ha accolto circa 350 persone di cui 56 famiglie, donne e bambini.

Tante famiglie hanno perduto la casa, altrettante hanno la casa piena di fango. I bambini sono molto spaventati e tra la gente si è creata subito una catena di solidarietà.

I vicini, gente semplice e intraprendente, vista l’affluenza di famiglie presso la casa delle suore, hanno portato cibo. A loro si sono uniti i benefattori (portando riso, uova e coperte) e alcune ONG.

Le giovani del Centro di produzione della Scuola Professionale di Panetteria, non potendo rientrare nelle loro abitazioni per il confinamento da Covid-19, hanno continuato a fare pane e dolci da distribuire alle famiglie accolte nelle case salesiane.

La situazione è complessa, la zona di Comoro è in confinamento, perché ci sono molti casi positivi al Covid-19 nel quartiere dove sono le comunità FMA e in quelli vicini. Anche a Venilale è arrivato il primo caso positivo, proveniente da Dili. Le emergenze ora sono Covid-19 e inondazione.

Le FMA, con coraggio e audacia missionaria, stanno rispondendo all’emergenza, offrendo ospitalità a chi non ha casa o non può rientrare nella propria casa, accompagnando soprattutto i bambini, garantendo i bisogni primari: alloggio, vitto e farmaci di base. Nel futuro bisognerà pensare anche alla ricostruzione delle abitazioni.

Nei disastri l’accoglienza salva, protegge, rafforza la fratellanza e rinsalda i legami, prendendosi cura in concreto di chi si trova in condizioni di sofferenza.

È possibile inviare contributi e offerte nelle modalità indicate sul Sito web dell’Istituto FMA, indicando nella causale l’emergenza segnalata.

 “Dio non si lascia vincere in generosità” (Don Bosco – MB II,254).

3 COMMENTI

  1. Felicito a mis queridas Hermanas de Timor, por la ternura con que atienden y acompañan a las familias y a la niñez acogidas en su colegio. Me imagino el gozo de Don Bosco y Madre Mazzarello de ver a sus hijas dedicadas a la porción predilecta al corazón de Dios, como son los pobres y pequeños.
    Dios les bendiga y nuestra Auxiliadora acompañe el ritmo generoso de entrega y servicio.

  2. estamos unidas em preces por este momento difícil da fortes enchentes que gesto bonito que vocês irmãs estão fazendo acolhendo todos que tenha generosidade de muito para ajudar mais pessoas

  3. Dear Sr. Alma and Sisters, we are praying for you, all the children and their families affected by heavy floods and landslides. May God, Lord of all creation, continue to preserve East Timor!!!

RISPONDI

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.