Roma (Italia) In questo tempo di pandemia di Covid-19, i Salesiani Cooperatori sono chiamati a mantenere vivo il Carisma Salesiano portando avanti con creatività le attività, nelle diverse realtà in cui sono presenti.

“Quando il pescatore non può uscire in mare, trascorre il suo tempo a riparare le reti”. È la metafora che utilizzano i Salesiani Cooperatori dell’Ispettoria S. Gabriele Arcangelo del Cile (CIL) per raccontare il loro operato in un tempo in cui, non essendo sempre possibile uscire per la missione, hanno deciso di “riparare le reti” attraverso alcune azioni concrete:

  • la partecipazione all’Eucaristia quotidiana online e la preghiera, in unione con le iniziative comunitarie, in particolare quelle promosse da Papa Francesco e dal Rettor Maggiore, centri di unità della Chiesa e della Famiglia Salesiana;
  • la Formazione personale e gli incontri formativi con i coordinatori di ciascuna comunità a livello provinciale;
  • la comunicazione attraverso il sito e i social network con le comunità educanti, l’Associazione SSCC e la Famiglia Salesiana, per restare in comunione e rafforzare l’appartenenza;
  • l’animazione delle persone più vulnerabili, con un messaggio di vicinanza e speranza, attraverso i social network;
  • l’attenzione ai bisogni dei più poveri e ai senza tetto con la mensa, in particolare quella di Iquique, nel Cile settentrionale;

Altri gruppi di SSCC del Cile collaborano nelle mense di quartiere e in alcuni oratori con donazioni di cibo non deperibile, aiuti finanziari e coperte che tessono e inviano a famiglie o persone bisognose.

I Salesiani Cooperatori dell’Ispettoria S. Francesco Zaverio di Bahía Blanca – Argentina (ABB) sono organizzati in 3 Centri attivi e altri in formazione. Lavorano a stretto contatto con i Centri dell’Ispettoria dei Salesiani di Don Bosco, per un totale di 11 centri attivi e 8 in formazione.
I SSCC durante questo periodo di pandemia svolgono le seguenti attività:
Nei mesi di marzo e aprile, i SSCC si sono dedicati alla preparazione di riflessioni e preghiere per il periodo liturgico di Quaresima e di Pasqua, diffuse attraverso i social network o trasmesse telefonicamente a coloro che non avevano accesso ai mezzi. La festa della Pasqua è stata preparata con altari tradizionali allestiti nelle case. In occasione della Pentecoste, è stata preparata e diffusa online la Via Lucis.
La meditazione della Parola di Dio quotidiana e la partecipazione all’Eucaristia online hanno creato comunione fra i membri dell’Associazione e dato sostegno alle attività.

Inoltre, i SSCC hanno collaborato donando latte e altri prodotti al VIDES Argentina che ha gestito la distribuzione   alle famiglie bisognose.              Un’altra collaborazione è stata quella con “Casa de Betania” –  un’Associazione che accompagna i giovani in situazioni di vulnerabilità – attraverso la donazione di cibo, oltre a coperte e vestiti, confezionati per un mercatino virtuale in cui vengono venduti vari prodotti, alcuni realizzati dai giovani che frequentano la casa.

Nel mese di maggio le attività si sono concentrate nella preparazione della festa di Maria Ausiliatrice e nella
diffusione della devozione mariana, decorando finestre e porte di alcune case con l’immagine dell’Ausiliatrice. Sono stati inoltre realizzati e pubblicati sui social semplici video per coinvolgere la gente nella preghiera della Novena, come anche nel mese di giugno, per la Festa del Sacro Cuore di Gesù.
Un gruppo composto dal Team di Coordinamento locale della scuola María Auxiliadora di Bahía Blanca, il cui obiettivo principale è “Prendersi cura della casa comune”, stanno approfondendo la Lettera Enciclica di Papa Francesco Laudato Si’. Partecipano a riunioni online e riflettono su come riciclare, riutilizzare, ridurre i rifiuti e le emissioni, ma anche su come vivere un’ecologia nei legami e nelle relazioni.

I coordinatori dei Salesiani Cooperatori delle quattro zone della Provincia Italia Nord Est e alcuni membri del consiglio provinciale, il 23, il 30 e il 31 maggio 2020 si sono incontrati tramite piattaforma online per condividere il cammino dei vari Centri nel periodo del lockdown e presentare le iniziative – online e in presenza – per l’estate.

Una proposta è quella degli Esercizi Spirituali per giovani dai 18 ai 35 anni dal tema “3 giorni con i piedi per terra e gli occhi al cielo”, un’occasione di confronto e riflessione per concretizzare, l’essere “Buoni cristiani e onesti cittadini” di don Bosco. Sul sito dei SSCC dell’Italia Nord Est è possibile vedere il video promozionale e scaricare il volantino. A fine agosto 2020 si terranno anche gli Esercizi Spirituali della Provincia dei SSCC dell’Italia Nord Est, in modalità online.

Si tratta di un tempo che, come diceva Don Bosco, “servirà da lezione ed esperienza per tutto” e si trasforma in opportunità per approfondire il rapporto con gli altri e con la “Casa Comune”, valorizzando i piccoli dettagli della vita quotidiana.

DEIXE UMA RESPOSTA

Por favor insira seu comentário!
Please enter your name here

Este site utiliza o Akismet para reduzir spam. Fica a saber como são processados os dados dos comentários.