Nizza Monferrato (Asti). Nel mese di maggio, le Figlie di Maria Ausiliatrice di Nizza Monferrato (Asti), dell’Ispettoria piemontese Maria Ausiliatrice (IPI), hanno riaperto al pubblico il Santuario Nostra Signora delle Grazie a Nizza Monferrato (Asti), temporaneamente chiuso a motivo della pandemia di Covid-19, aderendo alla “maratona” di preghiera: “Guidati dai Santuari sparsi nel mondo in questo mese di maggio, recitiamo il Rosario per invocare la fine della pandemia e la ripresa delle attività sociali e lavorative” (Papa Francesco, Udienza generale, 5 maggio 2021).

Il Santuario, dedicato alla Madonna delle Grazie e chiamato dalla popolazione di Nizza Monferrato “la Madonna”, fu acquistato da Don Bosco il 12 ottobre 1877. La data dell’apertura al culto del Santuario, il 27 ottobre 1878, che ebbe la benedizione solenne del Direttore Generale delle FMA don Giovanni Cagliero, Salesiano di Don Bosco, che celebrò la prima Santa Messa alla presenza di Madre Mazzarello, coincide con l’istituzione della Casa Madre dell’Istituto delle FMA, dopo il trasferimento dalla Casa di fondazione di Mornese.

Nel Santuario si svolsero molti avvenimenti importanti per le FMA: la rielezione di Madre Mazzarello come Superiora Generale, la consegna delle Costituzioni stampate da parte del Cardinal Cagliero, l’elezione di Madre Daghero, il primo Capitolo Generale nel 1884. Qui si svolsero i funerali solenni di Madre Mazzarello, Madre Daghero, Madre Luisa Vaschetti, Madre Elisa Roncallo, Madre Ersilia Canta, Madre Marinella Castagno e Madre Antonia Colombo.

Sul sagrato del Santuario della Madonna delle Grazie, nell’ultima visita alle FMA, il 23 agosto 1885, Don Bosco, ormai logorato nel fisico, disse: “La Madonna passeggia in questa casa e la copre con il suo manto” (cf Cronistoria V, 51-52). Maria cammina in questa casa è lo slogan che accompagna il Triennio di preparazione al 150° di Fondazione dell’Istituto FMA (1872-2022).

Il 3 maggio 2021, giorno dedicato al Rosario per suor Teresa Valsè Pantellini, FMA, la preghiera si è svolta nel Santuario, dove la Venerabile ha emesso la Prima Professione religiosa e la Professione Perpetua e di cui quest’anno ricorrono i 120 anni dell’ingresso nell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

Nel mese di maggio, ci sono diverse date significative secondo la tradizione salesiana: il 9 maggio la nascita di Santa Maria Domenica Mazzarello Confondatrice, insieme a Don Bosco, dell’Istituto FMA. Ella visse a Nizza dal 1878 e morì il 14 maggio 1881.

La Comunità FMA di Nizza celebra il triduo della Festa di Madre Mazzarello dal 10 al 13 maggio dando la possibilità alla popolazione di partecipare con le suore alla preghiera del rosario e dei vespri. Il 14 maggio viene commemorata la morte di Madre Mazzarello attraverso la presentazione dell’edizione online della Cartina di Nizza salesiana.

In preparazione alla Solennità di Maria Ausiliatrice, sarà celebrata la Novena dal 15 al 23 maggio con la preghiera del rosario alle ore 21:00. Il 15 e il 23, giorni di apertura e chiusura, saranno presieduti da Mons. Paolino Siri, parroco di Nizza Monferrato e Vaglio Serra (AT). Dal 16 al 22, alle ore 20:45, il rosario sarà animato dalle Comunità delle FMA, dagli alunni dell’Istituto Madonna delle Grazie di Nizza, dai Salesiani Cooperatori, dalle Ex-allieve delle FMA, dal Vides, dalla Corale don Bosco, dal gruppo dell’Archivio storico, dal Centro educativo diurno del Consorzio CISA – Asti sud e altri gruppi.

Il 24 maggio 2021 alle ore 18:00, Mons. Paolino Siri presiederà la solenne Celebrazione Eucaristica in onore di Maria Ausiliatrice per tutti i fedeli. La celebrazione si potrà seguire attraverso il canale Youtube e la pagina Facebook dell’Archivio Storico FMA-IPI.

DEJA UNA RESPUESTA

Por favor ingrese su comentario!
Please enter your name here

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.