Bamako (Mali). Il 4 settembre 2021, nel Complesso Scolastico Maria Ausiliatrice di Niamana, Bamako, in Mali, delle Figlie di Maria Ausiliatrice dell’Ispettoria Madre di Dio (AFO), si è svolta la giornata della riforestazione.

La Giornata era organizzata dal Consorzio Elite West Africa (EWA), che promuove lo sviluppo delle colture intensive e della riforestazione nei Paesi dell’Africa Ovest, dall’Associazione per l’ambiente AMAVEC e dal Consiglio comunale dei giovani di Niamana. Il Consorzio EWA è nato nel 2015 in Costa d’Avorio dai leader della gioventù intellettuale dell’Africa occidentale con lo scopo di aiutare i giovani della Comunità Economica degli Stati dell’Africa Ovest (ECOWAS) a costruire un futuro di pace per i popoli.

Ogni anno il Consorzio organizza questa attività di riforestazione per combattere la desertificazione e salvaguardare l’ambiente. Quest’anno è stata scelta la Scuola Maria Ausiliatrice, che ha un terreno di circa 4 ettari. Si tratta di un’area abbastanza grande per gli studenti,  che soffrono però il grande caldo durante la stagione secca, a causa dei pochi alberi e della mancanza di ombra. L’obiettivo di questa iniziativa è quindi quello di contribuire al ripristino degli ecosistemi, ma anche di incoraggiare le giovani generazioni a prendere coscienza della situazione della “Casa comune”, per contribuire a ridurre gli effetti dei cambiamenti climatici.

Alla Giornata  sono intervenute diverse autorità, tra cui il capo territoriale (chefferie) di Niamana, i rappresentanti del Municipio, della Commissione ECOWAS in Mali, della Direzione regionale delle acque e delle foreste, della Protezione Civile e della Polizia. La Coordinatrice di EWA Mali ha ricordato alcuni valori fondamentali per il Consorzio,  come il rispetto dei diritti umani, l’equità, la giustizia sociale, la partecipazione responsabile dei giovani, nella prospettiva degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. Ha citato il proverbio africano: “Chi pianta un albero prima di morire non ha vissuto inutilmente”, sottolineando lo stretto legame tra la natura e gli esseri umani. È intervenuta infine la Direttrice della Comunità FMA Beata Eusebia Palomino, suor Yvonne Ouedraogo.

Terminati gli interventi, sono stati piantati 80 alberi assegnati all’area del Complesso Scolastico “Maria Ausiliatrice”.

In un contesto globale e locale in cui la natura per diversi motivi subisce molti danni, la riforestazione e l’educazione ecologica sono fondamentali per le Comunità Educanti nell’ottica della cooperazione mondiale, come è espresso nel Messaggio Congiunto per la cura del Creato: “Tutti noi — chiunque e ovunque siamo — possiamo avere un ruolo nel modificare la nostra risposta collettiva alla minaccia senza precedenti del cambiamento climatico e del degrado ambientale”.

1 COMMENTAIRE

  1. Bravo à vous chères Soeurs de Niamana pour ces actions de solidarité avec la création!!
    Planter un arbre c’est penser aux nouvelles générations, c’est choisir la vie, la protection de l’environnement, c’est donner de l’espoir à notre planete terre !! Merci, merci

LAISSER UNE RÉPONSE

S'il vous plaît entrer votre commentaire!
Please enter your name here

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.