Bogotà (Colombia). Il 13 maggio 2022, le FMA delle Ispettorie Nostra Signora della Neve (CBN) e Nostra Signora del Rosario di Chiquinquirá (CBC) di Bogotá, in Colombia, hanno celebrato l’Eucarestia, presieduta dall’Arcivescovo di Bogotá Luis José Rueda Aparicio nella Cattedrale primaziale dell’Immacolata Concezione e concelebrata da Salesiani di Don Bosco, Paolini e Gesuiti, dai cappellani e dai sacerdoti vicini alle realtà educative delle FMA, ringraziando per il dono della vita di Santa Maria Domenica Mazzarello, per la sua dedizione e per la Fondazione dell’Istituto delle FMA, di cui ricorre il 150°.

In preparazione alla Celebrazione Eucaristica in onore della Cofondatrice, sono stati trasmessi due servizi televisivi sul Canale di informazione cattolica Cristovisión. Il primo era incentrato sulla storia dell’Istituto e sull’opera di Dio nei Fondatori, San Giovanni Bosco e Santa Maria Domenica Mazzarello che, con le prime FMA, hanno “steso i colori” di quest’opera che è tutta di Maria.  Si è ricordato l’arrivo delle prime missionarie, sei italiane e una spagnola – suor Brigida Prandi, suor Giuseppina Festa, suor Rosario Morillo, suor Modesta Ravasso, suor Serafina Ossella, suor Angiolina Tarrone e la novizia suor Herminia Panini – che, dopo un lungo e faticoso viaggio di due mesi, superandole difficoltà della navigazione, prima sull’oceano e poi sul fiume Magdalena, e infine dopo aver percorso diversi chilometri a dorso di un mulo, hanno raggiunto la capitale l’11 gennaio 1897.

Nel secondo servizio, è stata condivisa la storia di queste prime Figlie di Maria Ausiliatrice in Colombia che, con la pazienza del contadino che confida in un buon raccolto, si sono messe alla ricerca della terra e dei mezzi per iniziare subito a seminare e grazie a loro oggi, dopo 125 anni di presenza in Colombia, si raccolgono i frutti che, con la grazia di Dio e l’aiuto di Maria, sono abbondanti. Oggi infatti le FMA sono presenti in 66 Case in diverse regioni del Paese, nella missione svolta insieme ai laici che, ispirati e impegnati nel carisma salesiano, si sentono chiamati a vivere questa bella esperienza educativa.

Nella Celebrazione Eucaristica del 13 maggio, tutti questi momenti sono stati ricordati e celebrati sull’altare, alla presenza di FMA, studenti, studentesse e membri della Famiglia Salesiana delle opere educative di Bogotá.

Nell’omelia, Mons. Luis José, ha ricordato la missione delle FMA di seminare il bene nei cuori dei bambini, dei giovani e delle persone che amano Cristo, restituendo la speranza: “Ringraziate Dio, care sorelle salesiane, perché Dio vi ha scelte come serve e, attraverso le vostre mani, le vostre parole, il vostro sguardo, la vostra vicinanza, la dedizione di tutta la vostra vita, della vostra giovinezza Egli, attraverso di voi, sta curando il cuore dei/delle giovani, bisognoso della medicina della tenerezza, dell’amicizia di Cristo, della vicinanza. L’educazione è al servizio della guarigione delle coscienze, del cuore, dei giovani nella loro interiorità, nel profondo”.

Le Ispettrici di Bogotá, suor Cecilia Camacho (CBN) e suor Edith Franco (CBC), hanno accompagnato questo momento di festa e di condivisione come Famiglia Salesiana, espressione di riconoscenza a Dio per la sua opera nell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, nel mondo e nella realtà colombiana.

 

Foto della celebrazione

LAISSER UNE RÉPONSE

S'il vous plaît entrer votre commentaire!
Please enter your name here

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.