Bahía Blanca (Argentina). Nel luglio 2022 si è conclusa la prima edizione del Diploma in Catechesi “La catechesi scolastica in chiave curricolare: nuovi approcci”, aperto nel settembre 2021, con più di 40 studenti/studentesse che stanno per diplomarsi. Il corso è coordinato dall’Ispettoria San Francesco Saverio (ABB) delle Figlie di Maria Ausiliatrice e dall’Università Salesiana di Bahía Blanca (UNISAL).

La proposta è rivolta a Coordinatori e operatori pastorali, Direttori pedagogici, Catechisti e Animatori del Movimento Giovanile Salesiano (MJS) dell’Ispettoria ABB, con gli obiettivi di offrire uno spazio di riflessione sui contesti teologico, pastorale, carismatico e pedagogico; di fornire risorse e strumenti per rivedere la strategia evangelizzatrice; di promuovere il dialogo negli ambienti locali per la revisione dei programmi e delle modalità di evangelizzazione.

L’anno formativo si compone di quattro moduli: 1. Approfondimento della salesianità in dialogo con le conoscenze catechistiche dell’itinerario; 2. Approfondimento della persona e del suo rapporto con Dio; 3. Approfondimento della Nuova Infanzia e Adolescenza nel contesto della scuola e dell’insegnamento; 4. Approfondimento del modo di conoscere, insegnare, apprendere e della pratica catechistica.

Il percorso è stato ideato nel 2014, quando i/le Coordinatori/Coordinatrici di Pastorale si sono trovati a riflettere su “La catechesi nella scuola in chiave pastorale”. Da quel momento si è mantenuto vivo il confronto sui diversi punti di vista ed esperienze di fede. Nel processo di ricerca insieme, è stato chiesto a un Salesiano di Don Bosco, Ariel Fresia, dell’Ispettoria Beato Ceferino Namuncurà (ARS), di accompagnare il gruppo per compiere ulteriori passi.

Il primo passo è stato quello di affrontare i temi proposti da una prospettiva ampia, guardando all’intera comunità educativa, in quanto le difficoltà della catechesi fanno parte della visione pastorale dell’intera proposta educativa. Allo stesso tempo, sono state definite quattro aree di lavoro: pedagogica, etico-politica, amministrativa e teologica.

È stata utilizzata la metodologia della Progettazione Pastorale Partecipativa, con l’obiettivo di aprire spazi di dialogo, di rielaborazione e risignificazione della visione e della pratica educativo-pastorale. Il Piano Educativo Pastorale è stato elaborato e portato avanti con la finalità di rinnovare la catechesi in un dialogo tra fede e scienza.

Il Processo:

In ogni area è stata effettuata un’analisi della realtà per scoprire dove lavorano, come si sentono e di cosa dispongono i/le catechisti/e, quali sono i significati che intervengono nella pratica e le idee dominanti per risignificare la missione a partire dalle fonti carismatiche, dall’esperienza locale e dai contributi delle Scienze Sociali e dell’Educazione.

Sono stati poi approfonditi i concetti e definiti i modelli teorici, riconoscendo la differenza tra i desideri e le prassi attuali. Per questo motivo, sono state individuate delle linee d’azione per il futuro, con un impegno comunitario a cui ognuno deve contribuire a partire dal proprio ruolo all’interno della Scuola.

La prima dimensione che è stata approfondita è stata quella religiosa, cercando di riflettere e di aprirsi a nuove prospettive che mettano in dialogo la complessità delle credenze, delle tradizioni religiose, delle visioni dottrinali e delle ricerche personali dei giovani e degli insegnanti, delle situazioni che li interpellano, esplicitando alcuni punti fermi dell’azione educativa pastorale.

Un sogno che si realizza

Questo lavoro inter-istituzionale ha portato alla creazione del Diploma in Catechetica, con la prima sessione che si è aperta nel settembre 2021 e una seconda nel maggio 2022.

Il bilancio dell’esperienza è stato molto positivo: le Case e le persone coinvolte sono grate per questo corso di formazione che risponde a un’esigenza da lungo tempo manifestata. La certificazione dell’Università Salesiana offre, inoltre, ai partecipanti nuovi approcci catechistici, apre a opportunità di lavoro e costituisce un elemento di rilancio della missione catechistica nelle Scuole.

Il 12 novembre 2022, in occasione delle assemblee territoriali delle Équipe di coordinamento locali, si terranno le cerimonie di consegna dei diplomi della prima edizione. La seconda edizione, che si è aperta a maggio, ha 30 partecipanti.

L’équipe ispettoriale delle Scuole ritiene che questo sia un primo importante tassello di un cammino ancora lungo, e ogni anno rinnova l’impegno nel continuare a pensare, a confrontarsi e a stabilire presenze e risposte significative per i/le bambini/e e ragazzi/e che fanno parte delle realtà delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

Video dell’esperienza

LAISSER UNE RÉPONSE

S'il vous plaît entrer votre commentaire!
Please enter your name here

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.