Tam Ha (Vietnam). Il 4 agosto 2022, a Tam Ha, presso la Casa ispettoriale, le Figlie di Maria Ausiliatrice dell’Ispettoria Maria Ausiliatrice hanno celebrato la Santa Messa della Prima Professione religiosa di ventun Novizie e il 150° Anniversario dell’Istituto FMA, con le famiglie delle candidate.

“Felicità e grazia mi saranno compagne tutti i giorni della mia vita, e abiterò nella casa del Signore per lunghissimi anni” (Sal 22,6) era il motto scelto dalle giovani.

La Celebrazione Eucaristica è stata presieduta da don Barnaba Le An Phong, Ispettore dei Salesiani di Don Bosco dell’Ispettoria S. Giovanni Bosco (VIE) che nell’omelia  ha detto alle giovani: “Quando si emettono i voti religiosi, si vive una nuova relazione con Dio e si fa tutto come una religiosa. I voti vi trasformano radicalmente in Cristo, dandovi un cuore nuovo per glorificare Dio”. Ha poi invitato le FMA e le candidate a ricordare: “Sono uno strumento nelle mani di Dio, e mi alleno per essere sempre a disposizione di Dio”.

Dopo l’omelia, si è svolto il rito della Professione religiosa. Alla presenza dell’assemblea, le candidate hanno emesso pubblicamente i voti di castità, povertà e obbedienza per un anno, secondo la via evangelica tracciata dalle Costituzioni dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Le Professande hanno dunque ricevuto le Costituzioni dell’Istituto FMA e il crocifisso.

A nome della Madre Generale, l’Ispettrice, suor Maria Hoang Thi Thu Ha, ha espresso a ciascuna professa l’accoglienza nell’Istituto FMA.

A conclusione della Celebrazione, suor Maria, a nome di tutta l’Ispettoria, ha ringraziato i sacerdoti, i/le religiosi/e e la Comunità FMA presenti. In modo particolare, ha ringraziato i genitori per l’offerta generosa all’Istituto delle loro figlie.

L’Istituto FMA si è sviluppato nell’arco di 150 anni per grazia di Dio e dalle mani materne di Maria. Suor Maria ha chiesto pertanto a tutti di continuare a pregare per l’Istituto, per la santità delle suore e per la missione tra i giovani poveri e svantaggiati.

Alle Neo-professe, insieme alla preghiera per il loro cammino di santità, l’augurio che l’esperienza di “essere amate e trasformate da Dio, custodite e curate” sia sempre la motivazione che le sostiene e accompagna nell’offerta della propria vita e nel servizio alla missione secondo il Carisma salesiano.

LAISSER UNE RÉPONSE

S'il vous plaît entrer votre commentaire!
Please enter your name here

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.