Roma (Italia). A conclusione del Tempo del Creato (1° settembre – 4 ottobre 2021) – tempo ecumenico annuale di preghiera e di azione per la Casa comune sul tema “Una casa per tutti? rinnovare l’oikos di Dio” – l’Ambito per la Pastorale Giovanile ha condiviso con le Ispettorie del mondo il 2° volume della raccolta «“Insieme, noi possiamo” Progetti di ecologia integrale» con  iniziative e processi realizzati dalle Comunità Educanti delle Figlie di Maria Ausiliatrice in Asia, Europa e Oceania. Il primo volume, già condiviso in precedenza, contiene le esperienze di Africa e America.

I due volumi raccolgono in totale 299 progetti e iniziative, attività e processi promossi nei diversi ambienti educativi – Scuole, Centri di Formazione Professionale, Istituzioni di Studi Superiori, Oratori-Centri Giovanili, Catechesi, Case famiglia, Centri per bambini/adolescenti/giovani in situazioni di disagio, Residenze Universitarie, ecc. – a favore della Casa comune e del raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030.

Lo scopo della raccolta è quello di condividere il bene realizzato dalle Comunità Educanti delle FMA nelle diverse parti del mondo e favorire la consapevolezza di un cammino comune nell’impegno di custodire con rispetto i doni ricevuti dal Creatore, potenziando il patrimonio formativo, educativo, culturale e sociale di popoli e Paesi.

Dall’Africa e Madagascar si sono raccolti 13 progetti e/o esperienze; 97 progetti sono stati inviati dal continente Americano; 148 progetti ed iniziativi provengono dell’Asia; l’Europa ha condiviso 36 esperienze e l’Oceania 5 processi ecologici.

Riguardo agli Obiettivi Laudato Si’ (OLS) per l’Ecologia integrale, si può constatare che:

  • 242 esperienze rispondono al grido della terra, promuovendo la riforestazione, la protezione e promozione della biodiversità, la cura e il risparmio dell’acqua potabile.
  • 103 progetti sono una risposta al grido dei poveri con gesti di solidarietà concreta. Questa attenzione mostra una maggiore consapevolezza della visione integrale dell’ecologia promossa da Papa Francesco nel suo Magistero.
  • 20 esperienze esplicitano il loro impegno per un’Economia ecologica e 39 riguardano la scelta concreta di stili di vita semplice. In tante delle altre esperienze raccolte si sono comunque portate avanti scelte riguardanti la sobrietà nel consumo di risorse e di energia, cercando anche di eliminare le plastiche monouso.
  • 251 processi ed esperienze mirano all’educazione ecologica, con lo scopo di creare consapevolezza ecologica, stimolare l’azione concreta e promuovere la vocazione ecologica dei giovani e degli insegnanti, con una ricaduta nelle famiglie.
  • 36 esperienze hanno promosso una spiritualità ecologica, incoraggiando un maggior contatto con la natura con spirito di stupore, lode, gioia e gratitudine.
  • 92 processi hanno messo l’enfasi sul coinvolgimento comunitario e sulla partecipazione attiva alla cura del creato, a diversi livelli, promuovendo campagne popolari e di sensibilizzazione, e coinvolgendo enti e organismi ecclesiali e/o civili.

I passi compiuti incoraggiano a continuare a percorrere il cammino dell’Ecologia integrale, guardando al futuro con speranza: “La sfida urgente di proteggere la nostra casa comune comprende la preoccupazione di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale, poiché sappiamo che le cose possono cambiare” (LS 13).

1 COMENTARIO

DEJA UNA RESPUESTA

Por favor ingrese su comentario!
Please enter your name here

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.