Torino (Italia) Il 24 agosto 2020, si è svolta a Torino, nella Basilica di Maria Ausiliatrice di Valdocco, la Celebrazione Eucaristica d’insediamento della nuova Ispettrice dell’Ispettoria Maria Ausiliatrice di Piemonte e Valle d’Aosta (IPI), suor Emma Bergandi.

Torinese di nascita, suor Emma ha rivestito il ruolo di Vicaria Ispettoriale fino alla nomina ad Ispettrice, nel maggio 2020. Succede a suor Elide Degiovanni, che ha guidato l’Ispettoria IPI nel sessennio 2014 – 2020.

La celebrazione è stata presieduta da don Enrico Stasi, Salesiano di Don Bosco, Ispettore dell’Ispettoria di Piemonte, Valle d’Aosta e Lituania (ICP). Nell’omelia, a partire dal Vangelo di Giovanni della Festa di San Bartolomeo Apostolo, l’Ispettore ha sottolineato: “Il compito di un’ispettrice è soprattutto questo: aiutare le Comunità a vivere un’esperienza di sequela di Gesù e invitare i giovani a viverla con noi, come hanno fatto i nostri Fondatori. ‘Vieni e vedi’(Gv 1, 46): siamo chiamati a fare un’esperienza autentica dal Signore Gesù. Don Bosco e Madre Mazzarello ti accompagnino, perché tu possa fare esperienza di Gesù in questo ministero, nella fiducia vicendevole e nella verità”.

Dopo l’omelia, la Vicaria Generale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, suor Chiara Cazzuola, a nome della Madre Generale, suor Yvonne Reungoat, ha dato lettura del Decreto di nomina ad Ispettrice.

Nel saluto finale, la Vicaria Generale ha ringraziato suor Elide Degiovanni a nome della Madre, del Consiglio Generale e dell’Istituto, per il suo servizio svolto con generosità e con dedizione. Si poi rivolta a suor Emma con queste parole: “Siamo davanti al quadro che don Bosco ha voluto e davanti a Maria rinnovo l’augurio che troviamo sulla copertina del libretto: ‘È Lei che ha fatto tutto’. Ma vorrei usare il verbo al presente: è Lei che fa tutto e che continuerà a farlo nella tua vita e nella vita dell’Ispettoria”.

Suor Emma Bergandi, riprendendo le parole di Paolo VI nel discorso del 1972, anno del Centenario dell’Istituto, ha affermato: “Davanti a questo quadro – che ha accompagnato la mia vita sia nei momenti particolari che nei momenti più ordinari – voglio dire il mio sì al Signore e alle sorelle, assicurando che ‘farò quello che posso’, tutto quello che posso. Il di più lo faremo insieme”.

Infine, ha ringraziato suor Elide, per il coinvolgimento e la fiducia dimostratale in questi sei anni in cui l’ha affiancata come vicaria. Ha ringraziato anche l’Ispettore, don Enrico Stasi e don Leonardo Mancini – che ha concelebrato e che a breve guiderà l’Ispettoria ICP -, suor Chiara Cazzuola, le sorelle presenti e tutti coloro che hanno seguito la celebrazione in diretta streaming, a causa delle restrizioni sanitarie dovute alla pandemia di Covid-19.

Prima del saluto finale da parte del Celebrante, Suor Elide Degiovanni ha letto una preghiera con cui ha voluto affidare a Maria Ausiliatrice, da cui si è sentita sostenuta nel suo mandato, la nuova Ispettrice, la Madre, il Consiglio Generale, le Direttrici, tutte le sorelle, i laici coinvolti nella missione, i giovani e tutta l’Ispettoria IPI che, quale terra dei fondatori, ha il privilegio e il compito di custodire e di ravvivare il Carisma per il mondo intero.

Foto: Andrea Cherchi

1 COMMENTAIRE

LAISSER UNE RÉPONSE

S'il vous plaît entrer votre commentaire!
Please enter your name here

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.