Regunathapuram (India). Il 12 marzo 2022, in risposta a una delle scelte prioritarie del Capitolo Generale XXIV, le undici Istituzioni di Studi  Superiori (ISS- FMA) di Asia e Africa hanno partecipato a un  Seminario Internazionale online su Il Ruolo dei Giovani nella Salvaguardia della Madre Terra, organizzato dall’Auxilium College of Education di Regunathapuram, delle FMA della Comunità Beata Eusebia Palomino, appartenenti all’Ispettoria Nostra Signora della Neve (INT).

Al Seminario erano iscritte 500 persone, di cui 192 studenti, oltre a Professori e FMA collegati tramite piattaforma multimediale, e altri attraverso YouTube. Erano inoltre presenti suor Ivone Goulart Lopes, Collaboratrice dell’Ambito per la Pastorale Giovanile dell’Istituto FMA e Referente per le ISS-FMA e suor Regina Mary, membro del gruppo di coordinamento ISS-FMA Asia.

Ricordando le parole di Papa Francesco dal Messaggio per la XLVII Giornata Mondiale della Pace del 2014 – “La famiglia umana ha ricevuto dal creatore un dono comune, la natura” – don John Kennad, Gesuita, Direttore del JCERT (Jesuit Council of Education Research and Training) ha tenuto la conferenza, invitando i giovani ad essere custodi autentici del Pianeta Terra.

Attraverso le slide, ha poi presentato i seguenti spunti di riflessione:

1. Come si verifica il degrado ambientale.

2. Come gli esseri umani influenzano l’ambiente: degrado ambientale causata da varie attività umane; cambiamento climatico accentuato dall’uomo; cambiamenti futuri nel clima; pandemie e cambiamenti climatici; riscaldamento globale; responsabilità personali per salvare l’ambiente.

3. Come possiamo fermare il deterioramento dell’ambiente: vantaggi dell’uso di fonti naturali di energia; la Chiesa cattolica e la conservazione dell’ambiente.

Don John ha dato poi a una ventina di giovani lo spazio per condividere le proprie idee innovative e un piano di azione per proteggere la Casa comune, incoraggiando altri studenti a prendersi cura della Terra.

Al termine della relazione, i giovani hanno posto le loro domande per alcuni chiarimenti sui temi. L’incontro si è concluso con la riconoscenza per quanto appreso, l’impegno verso gesti di azione concreta e la certezza che è importante lavorare in rete “con la Famiglia Salesiana, le Istituzioni e altri organismi educativi per passare dalle parole ai fatti” e che “Solo insieme possiamo preparare il futuro e dare speranza alle giovani generazioni curando la formazione integrale e, in particolare, socio-politica, secondo la Dottrina Sociale della Chiesa” (Atti CG XXIV p. 38).

LAISSER UNE RÉPONSE

S'il vous plaît entrer votre commentaire!
Please enter your name here

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.