Buenos Aires (Argentina). Si è concluso l’VIII Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice, che si è svolto in Argentina, a Buenos Aires, dal 7 all’11 novembre 2019.

La giornata 9 novembre si è svolta in un clima di festa, serenità e riflessione. Il filo rosso che ha accompagnato tutta la giornata è stata la santità salesiana. Nella prima relazione, suor Linda Pocher FMA ha portato l’assemblea nel cuore della famiglia di Nazareth, partendo dal testo biblico dell’incontro di Gesù nel tempio (Luca 2,41-52). Ha fatto emergere alcuni tratti della santità di Maria, perché possa essere guida e modello sicuro per il nostro cammino di santità.

Maria è una presenza costante nella vita delle nostre comunità. È guida e maestra.  Nella seconda parte della mattina sono state presentate le vite di Zeffirino Namuncurà, Laura Vicuña e Artèmide Zatti, mettendo in evidenza la presenza di Maria nelle loro giornate e l’invito per noi ad essere il volto di Maria Ausiliatrice con e per i giovani di oggi.

Nel pomeriggio l’assemblea si è radunata per la Benedizione della Chiesa Mater Misericordiae, la chiesa che vide arrivare i primi missionari Salesiani di Don Bosco in Argentina. Il Rettor Maggiore e la Madre Generale hanno colto l’occasione per ricordare a tutti i presenti di non avere paura della chiamata missionaria e ad essere coraggiosi nel dire sì al Signore come i primi missionari e missionarie.

A seguire, il pellegrinaggio mariano per ringraziare Maria della sua presenza nella Famiglia Salesiana ed implorare la sua protezione per le nazioni che si trovano in difficoltà in questo momento.

La giornata si è conclusa con un momento di festa salesiana e la buona notte di Renato Varela, Presidente di ADMA primaria.

Il 10 novembre, nella conclusione del Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice, il Rettor Maggiore, ha motivato tutti i partecipanti a vivere l’amore all’Ausiliatrice nella vita quotidiana, nei propri contesti e gruppi della Famiglia Salesiana. Soprattutto, ha invitato a: riconoscere all’Ausiliatrice come parte viva della identità carismatica, in quanto senza di Maria, si può essere qualsiasi cosa meno che Famiglia Salesiana; assumersi il compito di annunciare senza timore Gesù e Maria, ricordando che i primi Salesiani e le prime FMA missionari erano pazzi innamorati della Madonna; e da ultimo, ha detto che Maria non può essere soltanto “una parte decorativa” e pertanto, nella proposta educativa pastorale bisogna essere espliciti nell’annunciare e presentare Gesù e a Maria.

L’incontro si è concluso con la solenne Eucaristia, nella Basilica di Maria Ausiliatrice, che è stato momento molto coinvolgente per tutti i presenti, che hanno rinnovato l’atto di fiducia in Maria Ausiliatrice.

Il Rettor Maggiore ha comunicato dove sarà il prossimo Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice: sarà in Portogallo, nel mese di agosto 2023.

Foto

LAISSER UNE RÉPONSE

S'il vous plaît entrer votre commentaire!
Please enter your name here

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.