Roma (Italia) È all’insegna della Gratitudine la Circolare che porta scritto quello che Madre Yvonne Reungoat definisce come un “traguardo eccezionale”: il numero 1000. Il tema è quello della lettera circolare mensile, che dal 24 novembre 1914, con Madre Caterina Daghero, su richiesta esplicita delle suore, ogni mese raggiunge tutte le comunità del mondo. “Da allora, fino ad oggi, non si è interrotto questo canale di comunione, che ha rafforzato sempre più l’appartenenza ad una Famiglia religiosa che è tutta di Maria e tutto deve a Lei”.

Con la lettera circolare, infatti, la Madre Generale entra ogni mese nelle Comunità vicine e lontane, creando uno spazio privilegiato “di incontro, di confronto, di apertura ai segni dei tempi e opportunità per confermarci nel dono della fedeltà ad una chiamata che ci unisce come Famiglia salesiana attorno ad un meraviglioso carisma, perché i giovani abbiano vita e vita in abbondanza”.

Madre Yvonne invita ad approfondire il patrimonio spirituale delle lettere di Madre Mazzarello, che ha sentito il bisogno di raggiungere le sue figlie e di manifestare la sua vicinanza e maternità “parlando da “cuore a cuore” perché tutte si sentano ricordate, sostenute, incoraggiate e, soprattutto, amate!”.

In questa circolare “storica” ripercorre l’evoluzione delle circolari, sottolineando che la ricchezza di questo patrimonio non è solo legata alle parole della Madre, ma nell’apertura di mente e di cuore di ogni FMA nell’accoglierne e lasciarne risuonare il messaggio nella propria vita e nelle Comunità Educanti.

Le circolari, poi, portano “l’eco del dolore, delle fatiche, delle preoccupazioni dell’Istituto, delle sfide che esso affronta nei vari periodi storici”, come l’attuale situazione della pandemia di Covid-19, che ha coinvolto la comunità umana e le Comunità FMA a livello mondiale. “La circolare ha comunicato speranza, ha riacceso la fiducia nella presenza di Gesù che è con noi fino alla fine dei tempi e nella vigile presenza di Maria Ausiliatrice: la Madonna dei tempi difficili”.

La circolare n° 1000 porta anche l’annuncio dell’apertura del secondo anno in preparazione al 150° di fondazione dell’Istituto, che per il 2020-2021 invita tutte le FMA e le Comunità Educanti del mondo ad accogliere l’“A te le affido”, la prima consegna a Maria Domenica Mazzarello, con cui ha cominciato a prendere forma il sogno di Dio sull’Istituto:

“Lo scopo della celebrazione del 150° non è solo evocare un passato, ma celebrare il presente dando nuova luminosità ad una consegna che va oltre il tempo e lo spazio e che mette in gioco tutte le nostre risorse, la nostra passione educativa evangelizzatrice, la nostra volontà di guardare al futuro con l’audacia di don Bosco e di madre Mazzarello. Per questo vi invito ad accostare con nuova profondità la sua figura per penetrare di più in quel “A te le affido” che è stato il filo conduttore della sua vita e che interpella anche la nostra”.

Madre Yvonne Reungoat conclude questa circolare “speciale” con le parole di San Paolo: «La nostra lettera siete voi, lettera scritta nei nostri cuori […]. Voi siete una lettera di Cristo […], scritta non con inchiostro, ma con lo Spirito del Dio vivente, non su tavole di pietra, ma su tavole di cuori umani» (2 Cor 3,3), ricordando alle FMA che “ognuna è una lettera viva di Cristo scritta per le sorelle, per le/i giovani, per tutte le persone incontrate”.

Circolare 1000

 

LAISSER UNE RÉPONSE

S'il vous plaît entrer votre commentaire!
Please enter your name here

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.