Ruvo di Puglia (Italia). Il CIOFS/FP-Puglia, delle Figlie di Maria Ausiliatrice della Comunità Sacro Cuore di Ruvo di Puglia, Bari, nell’ambito dell’itinerario formativo-pastorale 2021/22 ha attivato il Laboratorio “Making 3D” per gli/le allievi/e del 3° anno del Corso “Operatore della ristorazione”.

Guidati dal Formatore Dott. Ivan Iosca, esperto in nuove tecnologie digitali, gli allievi hanno realizzato un percorso dallo studio alla progettazione di stampi per pasticceria, fino alla realizzazione degli stampi tridimensionali con stampante 3D.

La tecnologia della stampa 3D permette ai/alle allievi/e di liberare la creatività, e consente la creazione di nuovi strumenti per la ristorazione. Nel progetto interdisciplinare precedente, in occasione del 31 gennaio 2021, Festa di San Giovanni Bosco, i/le giovani avevano realizzato uno stampo per il “Biscotto di Don Bosco”, utilizzato per merende solidali nel corso del mese missionario, per creare un biscotto “che ha il sapore degli insegnamenti di Don Bosco, del suo amore per i giovani, anche per quelli meno fortunati”.

Il nuovo progetto prende invece spunto dalla “Piattaforma di iniziative Laudato Si’”, il processo di conversione all’ecologia integrale voluto da Papa Francesco, a cui le Comunità Educanti delle FMA hanno aderito. Lo stampo per biscotto è stato realizzato dagli/dalle allievi/e del Corso  ispirandosi al logo mondiale della piattaforma.

Il laboratorio tecnico pratico è stato supportato da un lavoro interdisciplinare e dal cammino formativo proposto a tutta la Comunità Educante di Ruvo di Puglia, sfociato nell’assunzione del Manifesto per il cambiamento degli stili di vita a cui hanno contribuito allievi ed oratoriani, formatori e animatori, volontari giovani e adulti, genitori:

Impegni Concreti per Cambiare i nostri Stili di Vita:

  • Non sprecare acqua: specie durante la doccia, il lavaggio   dei denti e il lavaggio delle stoviglie;
  • Ridurre l’utilizzo della plastica e preferire l’acquisto dai venditori locali piuttosto che al supermercato, specie per frutta e verdura;
  • Ridurre l’uso abbondante di detersivi;
  • Evitare l’uso quotidiano dell’auto e camminare di più a piedi o in bici;
  • Spegnere le luci quando non servono;
  • Staccare i caricabatteria quando non sono in uso;
  • Non ricaricare lo smartphone con la cover né utilizzarlo quando è in carica;
  • Non buttare olio esausto nel lavandino;
  • Non comprare cibi processati/pronti per evitare spreco alimentare ed energetico;
  • Favorire il riuso dei capi di abbigliamento;
  • Ridurre lo spreco di carta e plastica;
  • Fare bene la raccolta differenziata;
  • Comprare borracce al posto delle bottiglie di plastica;
  • Ridurre al minimo il secco residuo.

(La Comunità Educante di Ruvo di Puglia)

L’impegno delle Comunità di tutto il mondo è quello di mettersi  in cammino “sulla rotta, che ha bisogno di cambiare”. (LS 66, 202) e di mettere in atto nuovi modi di vivere con “creatività ed entusiasmo” (LS 221, 220).

Prendersi cura dei nostri fratelli e sorelle significa prendersi cura della casa che condividiamo. Questa responsabilità è “parte essenziale di un’esistenza virtuosa” (LS 217).

1 COMMENTAIRE

  1. bella iniziativa, da conoscere, condividere, seguire. La cura della casa comune ci interpella ogni giorno. Accogliamo le indicazioni dell’ecologia integrale lanciate da papa Francesco per gettare semi nuovi nel nostro servizio educativo.
    Prosit e auguri alla comunità educante di Ruvo.

LAISSER UNE RÉPONSE

S'il vous plaît entrer votre commentaire!
Please enter your name here

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.