Logo istituzionale delle Figlie di Maria Ausiliatrice - Vai alla Home Page del Portale
22/10/2015 Accoglienza rifugiati nella comunità fma in Damasco, Siria
Accoglienza rifugiati  nella comunità fma in Damasco, Siria
Accoglienza rifugiati nella comunità fma in Damasco, Siria

La comunità di Damasco da 5 anni di guerra ospita in un “mini appartamentino” , famiglie e donne migranti, diverse studentesse, alcune animatrici del centro giovanile e altre giovani, tra cui, 3 rifugiate palestinesi mussulmane; tutte ragazze quasi costrette a rimanere a Damasco per continuare gli studi o per non perdere il lavoro e i parenti, decisi a rifugiarsi nei villaggi.

Ma quest’angolo- rifugio, situato al 3° piano dell’immobile dell’asilo, non bastava più. C’era quindi bisogno di spazio, aiuti e mezzi per andare incontro a chi bussava alla porta, incominciando anche a chiedere lavoro...

La direttrice, responsabile anche della scuola materna, tra i genitori degli alunni conobbe papà e mamme che lavorano a livello alto sia nell’UNHCR che “nella Luna crescente” , Caritas islamica. In nome di una profonda riconoscenza per l’attenzione e il bene che ricevono si è costruito un altro spazio al 2° piano per installare i macchinari di un laboratorio in modo da dare lavoro ad esperti sarti perchè confezionassero indumenti vari: tute sportive, grembiulini di scuola, giacchettine per bambini /e, ragazzi /e, giovani; giacchette, magliette per donne, signorine, religiose, impegnando nella confezione chi chiedeva di lavorare... e sono stati e sono tanti, tra cui Maha, una giovane mamma mussulmana, venuta a cercare lavoro perchè del marito, chiamato al servizio militare, non aveva più notizie da tempo. Infatti soffre molto, ma sostenuta dalla fede, giunge sempre puntuale, sorridente e dignitosa al lavoro, lasciando i due figli a casa alla cura della mamma. Con il ricavato della vendita dei prodotti di questo laboratorio offerte vengono preparati 100 pacchi di viveri che distribuiamo ogni mese alle famiglie degli operai dell’ospedale e dell’asilo, a famiglie povere, e a chi bussa alla porta in ore diverse... e sono tanti; pagare affitti di casa, rette scolastiche e universitarie; aiutare a comprare medicine e anche ad affrontare operazioni.

Dal 2° piano si passa ad un grande salone dove si è sempre svolta l’attività del taglio e cucito per le ragazze siriane che non accedono agli studi superiori, ma, negli anni dell’emancipazione della donna il numero delle alunne è diminuito anche se molte sono rimaste rifugiate irachene, molto contente di continuare, anche perchè potevano essere aiutate economicamente dalla Cooperazione Italiana per lo Sviluppo dei popoli che pagava loro la retta, il trasporto e, alla fine dell’anno scolastico, regalava ad ognuna una macchina da cucire. Con l’inizio della guerra, però, tutti gl’italiani sono partiti e l’Ambasciata è stata chiusa in pochi giorni, anche la comunità è stata invitata  a partire, ma non è così, le suore continuano a rimanere per andare incontro ai piccoli, ai poveri, agli ultimi, ai giovani, ai giovani che soffrono tanto, soprattutto per il loro incerto domani: FMA di tante nazioni che lavorano in un ospedale e in una scuola materna donandosi a t u t t i senza nessuna distinzione e cultura di scarto, come continua a dirci Papa Francesco.

Un’altra attività caritativa la svolge in casa, Sr. Brigit Doody, irlandese e brava infermiera che, per molti anni, pur lavorando nell’ospedale, svolgeva un ricco e coraggioso apostolato missionario nei villaggi limitrofi alla capitale, riuscendo a raggiungere i più poveri: piccoli, anziani, anche malati di lebbra e un gran numero di rifugiati sudanesi, accolti dai generosi siriani, aiutata sempre dai benefattori europei.

Ma con lo scoppio della guerra, ha dovuto lasciare, non senza soffrire, ogni attività esterna. Nel 2012 le superiore le hanno chiesto di passare alla comunità della scuola per assistere una sorella anziana già da un anno a letto paralizzata. Con lo stesso amore si dedicò  alla nuova missione riuscendo presto, però, a donare lo stesso servizio di carità, accogliendo i poveri che da vicino o da lontano giungono a lei....perchè la porta di casa è sempre aperta a t u t t i...

 
Invia ad un amico Stampa Aggiungi ai preferiti
Ultimi aggiornamenti
  • 29/4/2019 VIVER A QUARESMA EM CAMINHO COM A IGREJA LOCAL
  • 9/3/2018 Celebrando o Fundador
  • 3/7/2017 Gracias
  • 6/4/2016 FMA Canada:  Accompanying Eritrean refugees’ integration into society
  • 1/4/2016 FMA Portogallo: Accoglienza Rifugiati
  • 1/1/2016 Italia (ILS): Ospitalità donne immigrate
  • 20/11/2015 FMA Slovacchia:  Iniziative di solidarietà con migranti/rifugiati
  • 12/11/2015 FMA Germania: I profughi nel nostro rione
  • 7/11/2015 FMA Irlanda: Accoglienza migranti e rifuggiati
  • 2/11/2015 FMA in Portogallo:  Relazione sulle attività in favore dei rifugiati
  • 29/10/2015 España (Barcelona): Acciones a favor de los inmigrantes y refugiados
  • 26/10/2015 Colombia: Acciones a favor de los inmigrantes y refugiados
  • 22/10/2015 Accoglienza rifugiati nella comunità fma in Damasco, Siria
  • 22/10/2015 Mision Migrante en Laredo, Texas
  • 22/10/2015 Missione con i migranti - Thailandia
  • 12/10/2015 Campo don Bosco 2015
  • 10/9/2015 COMO DON BOSCO DECIMOS SI A DIOS Y A LOS JÓVENES
  • 4/9/2015 El Primer Cuadro De Don Bosco En Colombia
  • 3/9/2015 Don Bosco Bicentennial Celebration in Solomon Islands
  • 11/8/2015 Alcuni avvenimenti speciali del Bicentenario della Nascita di Don Bosco
  • 27/7/2015 Bosco Youth Fest 2015 (INK-India)
  • 23/7/2015 Don Bosco SYM Leadership Camp
  • 6/7/2015 Don Bosco Birthday Bash
  • 2/7/2015 In festa con don Bosco
  • 29/6/2015 16º Encontro de Lideranças Juvenis da Inspaz
  • 20/6/2015 VI Congresso Jovem Missionário
  • 11/6/2015 Mostra Don Bosco in Casale Monferrato
  • 5/6/2015 Giovani intorno a don Bosco
  • 1/6/2015 Qualificação profissional dos Jovens
  • 29/5/2015 AUXI FEST BOSCO 200
  • 30/4/2015 Bosco Camp Philippines
  • 23/4/2015 Camino Bosco 2015
  • 17/4/2015 Bosco Blowout (San Antonio, USA)
  • 3/4/2015 Concursos nacionales del bicentenario
  • 27/3/2015 Famiglia salesiana: Bicentenario Don Bosco
  • 26/3/2015 Paranhos: Festa de D. Bosco
  • 12/3/2015 A don Bosco la nostra gratitudine
  • 11/3/2015 Incontro della Famiglia salesiana
  • 5/3/2015 Don Bosco Peace march (yatra) 30th january friday 2015
  • 3/3/2015 Un semestre d’attention et d’amour avec et pour don Bosco en AFC
  • 3/3/2015 BICENTENNTIAL CELEBRATIONS IN HONOUR OF DON BOSCO’S BIRTH 1815-2015
  • 27/2/2015 DB Bicentenary Celebrations in India (INM)-2nd part
  • 26/2/2015 Don Bosco Bicentenary Celebrations and Initiatives in Madras (INM - India)
  • 25/2/2015 Don Bosco il Musical
  • 24/2/2015 Don Bosco Bicentenary Celebration in Thiruvottiyur (India)
  • 23/2/2015 Regalo de Don Bosco
  • 22/2/2015 Don Bosco Peace Yatra
  • 21/2/2015 La celebración del 200 aniversario del nacimiento de Don Bosco
  • 9/2/2015 Dancing the Joy of "Da Mihi Animas"
  • 30/1/2015 Una nuova data per lo spettacolo “Giovanni d’Oggi” ed un nuovo trailer
  • IL MURETTO - GuestBook
     Nome
     Email
     Messaggio


      sistaele 10/4/2017  
      ... just imagine a big crowd of young people from a variety of ethnic communities, all belonging to Shillong Province… such a feast to the eyes and a blessing to the heart of Mother Yvonne!
      sistaele 3/3/2017  
      ... quelle di papa Francesco, le scelte che coscientizzano! Grazie per la tua firma, Francesco e grazie al Sermig, movimento coraggioso e coinvolgente... con la bontà che disarma!
      Sr. Theresa Lee 21/2/2017  
      FANTASTIC (initiative)! Thank you!
      sistaele 28/1/2017  
      Informazione,denuncia, educazione preventiva perchè bambini, adolescenti, giovani donne non siano più schiavi e il mondo degli adulti si converta...
      Aminange ilunga 6/11/2016  
      je suis tres heureuse d`apprendre que la mere generale vindra au lycee hodari le 09/11.