Logo istituzionale delle Figlie di Maria Ausiliatrice - Vai alla Home Page del Portale
9/7/2017 “R-estate ragazzi” a Sarnano
“R-estate ragazzi” a Sarnano

Sarnano (Italia). Si è svolta a Sarnano (Italia) l'esperienza estiva dei ragazzi di Sarnano dal 19 al 24 giugno 2017. Il racconto di Antonella Lavalle, giovane volontaria del Movimento Giovanile Salesiano.

«Inizia con questa frase "Bisogna crederci" R/Estate ragazzi! l'esperienza fatta a Sarnano in questa estate particolare, che richiama al momento tragico del terremoto della scorsa estate e dello scorso autunno.

Un giorno arriva una comunicazione da una suora salesiana che chiedeva volontari per venire in questo luogo, a fare un campo come quelli che si fanno presso gli oratori salesiani grazie al carisma di Don Bosco, che porta ad andare incontro ai giovani e prendersi cura di loro.

Sembrava che non ci fossero inizialmente molti interessati poi siamo arrivati ad oltre 70 ragazzi, e che ragazzi! Un gruppo eterogeneo per età e storie di vita, un gruppo che ha dato modo a noi animatori di confrontarci con una realtà locale molto bella.

Questa esperienza ha calamitato le energie della comunità civile e parrocchiale a cominciare dal parroco don Marcello che ha partecipato il più possibile ai momenti di accoglienza e sostegno dei ragazzi e dei volontari. In poco tempo il progetto si è concretizzato grazie a persone che ci hanno creduto e lo hanno proposto ad altre che hanno a loro volta accettato ed assecondato fino in fondo consentendone la realizzazione.

L'Estate Ragazzi a Sarnano, nasce dal sogno delle suore salesiane e dei giovani del Movimento Giovanile Salesiano, di portare un po' della gioia di don Bosco nelle zone colpite dal terremoto, un sogno che si è incontrato con la comunità parrocchiale di Sarnano per offrire ai ragazzi un'esperienza diversa. Tante le persone che hanno reso possibile il progetto: due meravigliose suore, che si occupano del movimento giovanile salesiano, Suor Anna Maria Spina e Suor Loredana Loci, la comunità e le amministrazioni comunali, che si sono occupate di tutta la parte logistica della settimana, con mille attenzioni e soprattutto con tantissima disponibilità e generosità nei confronti delle famiglie e dei ragazzi, per fare in modo che nulla mancasse e che tutto scorresse nel verso giusto, i fratelli francescani di San Liberato che sono venuti a portare ai ragazzini un po' della loro gioia e della loro fede, con momenti musicali e momenti di intensa spiritualità, dando la possibilità ai ragazzi che lo volevano di confessarsi.

Il campo è stato ricco in ogni momento di giochi e di segni, di messaggi importanti e sviluppo di tematiche che segnavano tutta la giornata, i temi affrontati sono stati: la fede, il coraggio, l'incontro, la riconoscenza e la bontà, accolti dai ragazzi con entusiasmo e voglia di sapere di più, di scoprire, di giocare. Questo insieme di cose ha fatto vivere ai giovani una esperienza di campo sempre attenta al loro benessere totale. Ogni giorno ci siamo trovati con ragazzi che avevano gioia e volontà di fare sempre di più e chiedevano a noi sempre un po' di più. Abbiamo sempre cercato di essere al loro fianco per dare ciò di cui facevano richiesta, con tanto affetto dato e soprattutto ricevuto. Abbiamo potuto anche fare l'esperienza insieme ad altre realtà con una giornata presso l'oratorio Salesiano di Civitanova, con un evento molto bello per i giovani, a cui hanno partecipato circa 800 ragazzi provenienti da Marche ed Abruzzo, per vivere un giorno insieme a realtà vicine e finalmente unite per i ragazzi.

È finita troppo presto questa esperienza, che ha molto arricchito noi tutti con questo grande spirito di coesione e collaborazione pur non conoscendoci da tanto tempo e venendo da realtà differenti. Questo accade per due motivi fondamentali, l'obiettivo chiaro sin dall'inizio, essere li per i ragazzi, e soprattutto il tanto amore da parte di Dio che ci ha dato la forza e la tenacia di portare avanti un progetto nuovo, ognuno con i propri talenti messi a servizio degli altri. Come diceva San Paolo nella prima lettera ai Corinzi, se non avessi la carità che è la più grande dei doni di Dio non sono nulla, solo uno strumento che suona a vuoto! La carità non si vanta, non si gonfia, si compiace della verità, tutto tollera e tutto crede, tutto spera e tutto sopporta e soprattutto non verrà mai meno.

Grazie a questo grande amore frutto dell'amore di Dio si è realizzato quello che è avvenuto qui in questo meraviglioso posto chiamato Sarnano, la silenziosa Sarnano che mai ha voluto farsi notare molto dagli uomini, ma in questo momento è sotto lo sguardo attento e amorevole di Dio».

(Testimonianza di una volontaria, Antonella Lavalle)

 
Invia ad un amico Stampa Aggiungi ai preferiti
Ultimi aggiornamenti
  • 25/3/2019 VOICE OF FMA Project Mornese 2019
  • 24/2/2019 Mondo-Mania, un Progetto sull’Immigrazione
  • 12/1/2019 Un cuore salesiano non va mai in vacanza
  • 13/12/2018 Ehoes of the Youth Synod in India
  • 4/12/2018 Giovani solidali con ammalati Aids
  • 17/11/2018 La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani
  • 5/10/2018 Children and youth defending human rights
  • 28/9/2018 SEGUI IL TUO SOGNO
  • 26/9/2018 The Dream of Peace: an Artist’s Vision
  • 2/9/2018 CAMPO BOSCO 2018 “FAREMOS TUDO A MEIAS”
  • 2/9/2018 Viagens ampliam conhecimento
  • 20/8/2018 Jovens participam de experiência missionária na Aldeia Meruri
  • 10/7/2018 “Encuentros que forman y trasforman” - Experiencia Proyecto Mornés FMA 2018
  • 8/6/2018 SynLabAux: coltiva il talento
  • 26/4/2018 Progetto Mornese FMA e Laici
  • 12/4/2018 I giovani della Casa Paolo VI - Concesio
  • 25/3/2018 Alternanza scuola-lavoro
  • 26/2/2018 EL ECO DE LOS JÓVENES
  • 26/1/2018 Una chiesa che “produce dal basso”
  • 23/1/2018 Accompagnati per accompagnare
  • 14/1/2018 Il mio primo incontro con le Nazioni Unite
  • 10/1/2018 In ascolto dei giovani
  • 9/1/2018 Missionari per la Vita
  • 5/1/2018 Fare casa
  • 14/12/2017 Ad Haiti ho trovato una casa
  • 11/12/2017 Giovani e scelte di vita
  • 2/12/2017 Verso la Giornata Mondiale dei diritti umani
  • 23/11/2017 Formación de animadores y preanimadores en Aragón
  • 21/11/2017 Obklopoval nás sneh a Božie slovo
  • 14/11/2017 Zurückschauen und Vordenken
  • 9/11/2017 Experiência de saída, experiência missionária
  • 7/11/2017 Il volontariato, forza creativa per la pace
  • 29/10/2017 “Manos que dan, nunca estarán vacías”
  • 24/10/2017 SOY SALESIANA CON SANGRE MEXICANA
  • 28/9/2017 EL MEJOR MOTIVO PARA SEGUIR LUCHANDO
  • 26/9/2017 Vi que el servicio era alegría
  • 11/9/2017 Educomunicação em pauta
  • 5/9/2017 Sou fruto da educação salesiana
  • 26/8/2017 The Oratorian Heart for Peace in the Middle East
  • 24/8/2017 A piedi nudi
  • 15/8/2017 ANIMATORE FAI LA DIFFERENZA
  • 13/8/2017 “Gente que le pone el alma” al cambio social de Colombia
  • 20/7/2017 Congreso de Pastoral Juvenil y Familia
  • 9/7/2017 “R-estate ragazzi” a Sarnano
  • 5/7/2017 Sarò missionaria in Africa
  • 30/6/2017 Com as mães construindo a cultura do encontro, em comunhão com maria, a mãe de jesus
  • 19/6/2017 Giovani Talenti
  • 13/6/2017 Mjs de Chile en “modo sinodal”
  • 30/5/2017 Formação a Educomunicação
  • 25/3/2017 Il bambino e il perdono
  • IL MURETTO - GuestBook
     Nome
     Email
     Messaggio


      sistaele 10/4/2017  
      ... just imagine a big crowd of young people from a variety of ethnic communities, all belonging to Shillong Province… such a feast to the eyes and a blessing to the heart of Mother Yvonne!
      sistaele 3/3/2017  
      ... quelle di papa Francesco, le scelte che coscientizzano! Grazie per la tua firma, Francesco e grazie al Sermig, movimento coraggioso e coinvolgente... con la bontà che disarma!
      Sr. Theresa Lee 21/2/2017  
      FANTASTIC (initiative)! Thank you!
      sistaele 28/1/2017  
      Informazione,denuncia, educazione preventiva perchè bambini, adolescenti, giovani donne non siano più schiavi e il mondo degli adulti si converta...
      Aminange ilunga 6/11/2016  
      je suis tres heureuse d`apprendre que la mere generale vindra au lycee hodari le 09/11.