Londra 2012: i giochi olimpici e i giovani

Londra 2012: i giochi olimpici e i giovani

Manca poco all'accensione del braciere olimpico, che segna l'inizio ufficiale delle Olimpiadi di Londra 2012, e sono già molti gli atleti arrivati in Gran Bretagna da tutto il mondo per prender parte all'evento sportivo internazionale più importante in assoluto.

L'apertura dei giochi è prevista per il 27 luglio e fino al 12 agosto la parola d'ordine sarà sport. Anche se, come in ogni grande evento che si rispetti, sono state mosse alcune critiche all'organizzazione di Londra 2012, il mondo intero, per 16 giorni, farà il tifo e sognerà accanto agli atleti.

Alcune curiosità di questa edizione. Si chiama Nur Suryani Mohd Taib, ha trent'anni e viene dalla Malesia, l'atleta incinta di 8 mesi che nonostante a breve diventerà mamma prenderà parte ai giochi nella disciplina del tiro con l'arco.

Guor Marial, ventottenne sudanese, parteciperà ai giochi olimpici come atleta indipendente. Il Sudan del sud ha conquistato l'indipendenza solo un anno fa e ancora non ha un comitato olimpico e il maratoneta ha rifiutato la proposta di gareggiare sotto la bandiera del Sudan del nord, per via delle violenze perpetrate dal governo nordista nei confronti di Marial e la sua famiglia.

Atleti che dimostrano come la passione per lo sport vada oltre, oltre le nazioni e oltre gli ostacoli. È qualcosa di più, che giova allo spirito e al corpo. Non è un caso che gli antichi romani professavano mens sana in corpore sano.

Al pari del cortile, lo sport è un luogo educativo e di aggregazione privilegiato. Grazie allo sport si stimola nei giovani la capacità di stare insieme, di fare squadra, la solidarietà, la competitività sana e le buone abitudini salutistiche. Per questo le Figlie di Maria Ausiliatrice promuovono, da sempre, tra i giovani l'attività sportiva mettendo a disposizione i propri spazi e le proprie conoscenze. Calcio, basket, volley, ginnastica artistica, pattinaggio, danza e karate, giusto per citarne alcune, sono le discipline che in diverse opere e in diverse parti del mondo vengono promosse .

In molte nazioni ci sono polisportive e associazioni che promuovono lo sport salesiano a livello regionale o nazionale. Questo per sottolineare come il gioco, lo sport, oltre ad essere fonte di equilibrio, sviluppa aspetti specifici della formazione integrale dei giovani e delle giovani. 

Ecris un commentaire
2 commentaires
29/07/2012 - NUNZIA

SEGUIAMO CON SIMPATIA L`EVENTO DELLE OLIMPIADI,PERCHE` LO SPORT VISSUTO CORRETTAMENTE DA` SERENITA` ED ENTUSIASMO. IN MOLTE DELLE NOSTRE CASE TANTA GIOVENTU` FA L`ESPERIENZA BELLA NELLE VARIE POLISPORTIVE E MENTRE GIOCANO UNA PALLA CERCHIAMO DI AIUTARLA A GIOCARE, IN GESU`, LA VITA. L`AUGURIO DI GIOCO ANESTO PER CHI VINCERA`

27/07/2012 - Suor Francesca Barbanera (referente PGS)

Grazie per aver pubblicato queste notizie e perchè ancora l`Istituto delle FMA crede al vaore educativo dello sport. .....E CHE VINCA IL MIGLIORE


OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.