125 anni dell’azione educativa delle Fma in Messico

Messico. In occasione dei 125 anni di presenza in Messico, le Figlie di Maria Ausiliatrice dell’Ispettoria Nostra Signora di Guadalupe, nel Messico del Sud, hanno organizzato un Congresso storico su "L'azione educativa delle FMA in Messico".

L'evento si è tenuto il 20 e 21 settembre 2019 nell'Auditorium dell’Istituto Don Bosco della Città del Messico. Hanno partecipato circa 160 persone, FMA, SDB, membri della Famiglia Salesiana, collaboratori laici, religiose di altre Congregazioni e suor Estela Ovalle dell’Ispettoria antillana "San José" (ANT), perché l’Ispettoria ha avuto inizio con le sorelle messicane che hanno dovuto lasciare il Paese a causa della persecuzione religiosa.

L'evento è stato presieduto da Mons. Luis Felipe Gallardo Martín del Campo, SDB, Mons. Emerito della Diocesi di Veracruz; Mons. Salvador Cleofás Murguía Villalobos, SDB, Vescovo della Prelatura Mixe, Oaxaca; presenti anche le autorità della Chiesa locale: il Vescovo Eloy Díaz Mera, Vicario episcopale della II zona pastorale dell'Arcidiocesi del Messico e R.P. Miguel Ángel Molinero, Vicario della Vita Consacrata dell'Arcidiocesi del Messico.

L'intero evento è stato accompagnato da Suor Grazia Loparco, FMA, Vicepreside e insegnante ordinaria di Storia della Chiesa della Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione "Auxilium".

Venerdì c’è stata la conferenza della Dott.ssa Valentina Torres Septién, che ha presentato il contesto dell'educazione cattolica femminile in Messico all'inizio del XX secolo. Successivamente, la dott.ssa Camille Foulard ha presentato le difficoltà e i contributi degli Istituti religiosi dedicati all'educazione in Messico alla fine del XIX secolo e all'inizio del XX secolo.

Sabato è stato dedicato alla storia delle FMA, con una relazione di Grazia Loparco in cui ha presentato le risposte educative che le FMA hanno dato nel corso della storia di fronte a diversi contesti politici e culturali. Successivamente, suor María Guadalupe Chávez, ex studentessa dell'Auxilium, ha parlato dell'azione educativa svolta dalle FMA nei primi 25 anni della sua presenza in Messico e suor Elvia Castillo Juárez, anch'essa ex studentessa dell'Auxilium, ha presentato le sfide che le FMA hanno dovuto affrontare nel tempo delle persecuzioni religiose in Messico, continuando a educare le giovani donne messicane.

Dopo questa conferenza c'è stato un momento emozionante in cui un padre di famiglia dell'Istituto “Enrique Benítez”, della città di Puebla, ha fatto un confronto tra la situazione politica che le FMA hanno vissuto durante la persecuzione e la situazione politica che oggi minaccia il Messico. «Oggi sono tornati i tempi difficili per l'istruzione e quelli difficili per le FMA, [...] sono tranquillo che mia figlia sia in un collegio salesiano perché so che è ben protetta e perché lo so di nuovo FMA, sarai la risposta a questo attacco di ideologia che abbiamo oggi. I tempi difficili stanno tornando, ma non siamo disarmati perché abbiamo la tua comunità come religiosi e siamo come genitori e insieme affronteremo queste sfide. »

Successivamente il Signor Berenise Bravo, membro della Commissione storica per il processo di canonizzazione della serva di Dio Suor Antonieta Böhm, ha sottolineato il modo in cui Madre Antoinette ha assimilato e messo in pratica le disposizioni della Perfectae Charitatis. Suor María Guadalupe Chavez ha presentato attraverso le statistiche lo sviluppo dell'Istituto FMA in Messico per 125 anni (1894-2019).

Per terminare la Sig.ra María Alejandra Díaz Rosales, exalunna del Collegio di “Santa Giulia”, Città del Messico, la prima casa in Messico, ha testimoniato come l'educazione ricevuta dalle suore nella sua missione di Madre e professionista dedita alla formazione degli Insegnanti in diverse Università del paese. Il Signor Juan Luis Hernández Avendaño, uno scienziato politico, ha concluso indicando che tipo di educazione la società messicana di oggi si aspetta dalle Figlie di Maria Ausiliatrice.

Il 19 settembre 2019, in preparazione al Congresso, suor Grazia Loparco ha sottolineato l'importanza della memoria storica come elemento fondamentale dell'identità carismatica, sottolineando la valutazione e la conservazione delle fonti storiche che lasciamo giorno dopo giorno nel nostro lavoro con i giovani. Questo incontro ha avuto luogo presso il College di Città del Messico a cui hanno partecipato 32 persone tra cui formande, Juniores e formatori.

E come post-congresso, si è svolta una giornata di studio con il Consiglio Ispettoriale, le Direttrici delle comunità, le referenti della Cronaca di ogni comunità e alcune sorelle dell’ispettoria “Mater Ecclesiae”, nel Messico settentrionale, in cui suor Grazia Loparco ha dato indicazioni più precise sulla conservazione dei documenti che possono servire come fonti storiche per le prossime generazioni, in particolare sulla scrittura della Cronaca di ogni casa. Questo incontro ha avuto luogo presso il College di Città del Messico con circa 70 partecipanti.

Scrivi un commento
Non ci sono ancora commenti a questa notizia.
Lascia per primo un nuovo commento!

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.