25° Rete Scuola Salesiana in America

America. Nel mese di maggio 2019 si festeggia 25 anni della Rete di Scuola Salesiana in America. In terra americana, da oltre un secolo, i Salesiani (SDB) e le Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA) dedicano la loro vita e le loro energie alle attività apostoliche, in particolare la cura dei giovani, cercando di adattare gli insegnamenti dei fondatori e il carisma salesiano ad ogni regione e ad ogni momento storico. Gli scenari in cui esercitano la loro missione costituiscono un complesso mosaico multiculturale, influenzato dalle forze trasformatrici della globalizzazione e dai progressi scientifici e tecnologici. Questi cambiamenti colpiscono in particolare le regioni più povere del continente e, in esse, la maggioranza della popolazione, raggiungendo con maggiore impatto i destinatari preferenziali della missione salesiana.

In questo contesto, il primo Incontro continentale delle scuole salesiane si è svolto a Cumbayá-Quito (Ecuador) dal 15 al 25 maggio 1994. È stato convocato da Don Luc Van Looy e Suor Georgina McPake, Consiglieri Generali per la Pastorale Giovanile dell'SDB e delle FMA, rispettivamente; erano presenti 117 persone. Questo evento è stato una risposta ai segni dei nuovi tempi, cercando l'unione di forze della Famiglia Salesiana per l'articolazione delle sue attività educative in tutto il continente, iniziativa che è già diventata nota come la Scuola Salesiana in America (ESA).

L’incontro ha avuto come tema "Processo educativo salesiano e culture emergenti", producendo uno sforzo educativo comune. I nuclei di riflessione dell’incontro sono stati: realtà giovanile, carisma salesiano e scuola salesiana. In 25 anni il processo si è articolato a livello continentale, regionale, nazionale e provinciale. Le opzioni e le linee operative hanno guidato il cammino della scuola salesiana nel continente e sono state costituite come riferimenti per l'azione educativa pastorale. Con la partecipazione dei soggetti coinvolti, si è costruita una riflessione, generando progetti e sussidi per accompagnare con itinerari pedagogici il processo vissuto in ogni realtà, in ogni paese per inculturare il Sistema Preventivo di Don Bosco nel contesto americano.

Come rete, si celebra il traguardo di 25 anni di lavoro educativo sotto l'egida della pedagogia del Sistema Preventivo, la cui base è la ragione, la religione, l'amorevolezza e lo spirito familiare. Si cerca di contribuire alla società di onesti cittadini e buoni cristiani, rafforzando i legami tra i rami della Famiglia Salesiana che lavorano nel campo dell'educazione, con le Ispettorie, i dirigenti, gli educatori, gli studenti, le loro famiglie, formando una grande rete per lo sviluppo educativo del continente americano per costruire un futuro migliore attraverso l'educazione.

Dopo Cumbayá I nel 1994, Cumbayá II ha avuto luogo nel 2001 con la presenza di 250 partecipanti che hanno assunto questa opzione: "Come Famiglia Salesiana, fedele al carisma di Don Bosco, abbiamo scelto una scuola e un Centro di Formazione Professionale solidale, presente nella realtà giovanile, dove si vive la reciprocità, che sono inclusivi, educano nella dimensione socio-politica e sviluppano una proposta di educomunicazione che forma ad una cittadinanza attiva, dando risposte significative alle diverse forme di povertà".

Il terzo Incontro Latinoamericano si è svolto in Brasilia nel 2008 ed era intitolato: ESA III. Il tema dell’incontro è stato "Ri-significare la proposta educativa della Scuola Salesiana in America nel suo contesto interculturale".

Il quarto Incontro Latinoamericano che si è svolto nel 2017, nella città di Medellin, Colombia, è stato un invito a studiare le nuove strategie educativo-pastorali di maggiore impatto e maggiore potenziale di crescita dell'ESA nei prossimi anni.

Durante il quarto incontro è stato presentato un libro dal titolo “Educabarometro” che si è articolato in due parti. La prima parte è stata una serie di 208 testimonianze di persone che hanno fatto parte delle Comunità Educativo-Pastorali di queste istituzioni, chiamate "storie con lente d'ingrandimento". La seconda parte è stato il risultato di un questionario realizzato con 1.175 persone del management team, 5.546 insegnanti, 10.710 famiglie e 27.458 studenti.

Partendo dal lavoro delle Ispettorie/reti e dell'équipe centrale, si è avviato il processo di convergenza verso una proposta che guida scuole e Centri Educativi Pastorali (CEP) negli anni successivi, avendo come assi di azione: Attenzione ai bisogni educativi degli alunni; Formazione permanente degli attori del CEP nelle Scuole Salesiane; Qualificazione della proposta educativo-pastorale delle Scuole Salesiane e della Gestione Istituzionale delle Scuole e dei Centri di Formazione Professionale.

La Scuola Salesiana Americana è stata arricchita e rafforzata negli ultimi 25 anni dalle istituzioni e dalle scelte carismatiche dei diversi gruppi della Famiglia Salesiana: Salesiani, Figlie di Maria Ausiliatrice, Figlie del Divino Salvatore, Sacri Cuori e Dame Salesiane, che danno vita a molte scuole e centri di formazione professionale.

La realtà viva della Scuola Salesiana d'America con i suoi rispettivi incontri, politiche, linee d'azione e indicatori è stata fonte di ispirazione e di incoraggiamento per le scuole salesiane del continente.

Per approfondire

Scrivi un commento
Non ci sono ancora commenti a questa notizia.
Lascia per primo un nuovo commento!

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.