Coltivare la comunione

Roma (Italia). Dal 4 al 16 marzo 2019 si svolge in Casa generalizia FMA a Roma un incontro di formazione per Segretarie Ispettoriali nel segno dell'interculturalità e interdisciplinarità. Le FMA partecipanti sono 14, provenienti dalle Ispettorie d'Europa, America Latina e Asia. Esse approfondiscono la missione della Segretaria secondo gli obiettivi previsti:

- Potenziare la propria abilità professionale per una realizzazione adeguata del servizio specifico di Segretaria (cf Costituzioni FMA 155).

- Approfondire la "spiritualità della Segretaria" per entrare in un'ottica di sintesi tra competenza professionale e servizio alla comunità ispettoriale nello stile salesiano.

- Contribuire a far crescere la sensibilità storica e la responsabilità che – come persone e come comunità – hanno dinanzi alla storia e alla continuità del carisma nei vari contesti socio-culturali ed ecclesiali.

- Conoscere le persone di riferimento con le quali interagire e prendere visione dell'organizzazione della Segreteria.

- Approfondire o creare reti di comunicazione interispettoriale e mondiale per un reciproco confronto a servizio della comunione.

L'incontro è animato dalla Segretaria Generale Suor Piera Cavaglià e dalle Collaboratrici della Segreteria Generale. Esso si svolge in un clima di comunione e allegria salesiana, attraverso una metodologia di coinvolgimento personale e attiva partecipazione, di ascolto e ricerca, di scambio e confronto aperto; i momenti delle giornate sono scanditi dall’alternanza di relazioni, riflessione personale, laboratori guidati, conoscenza delle Ispettorie di provenienza, incontri con le Consigliere Generali, momenti di preghiera e di fraternità.

Il 6 marzo la Madre Generale, Madre Yvonne Reungoat, ha avuto un incontro con le Segretarie a cui ha ricordato il senso del loro ruolo e compito a servizio della missione dell’Istituto: “la vostra missione è essere ponte tra le Ispettorie e il Consiglio Generale, tra l'Ispettoria e le Comunità e la si esercita giorno per giorno, con cuore salesiano, per costruire reti e ponti di collegamento e di comunione”. La Madre si è soffermata a lungo sulla possibilità di ciascuna a vivere questo servizio come un'opportunità di crescita vocazionale e di sviluppo di atteggiamenti di gratuità, nascondimento, contemplazione nell'azione. “È importante non sentirsi funzionali ad un'organizzazione, ma partecipi della missione apostolica dell'Istituto, impegnate a vivere il DA MIHI ANIMAS CETERA TOLLE”. Ha infine sottolineato alcune caratteristiche della Segretaria Ispettoriale per svolgere bene il suo servizio in stile di comunione: collaborazione, prudenza e segretezza. “Ciò richiede un cammino di ascesi da vivere nella gioia della consapevolezza che questo tempo e questa missione sono un dono di Dio per la vita di ciascuna”.

Il 13 marzo le Segretarie hanno la gioia di Celebrare la S. Messa nelle camerette di Don Bosco presso la Basilica del Sacro Cuore a Roma e, poi, visitare le Comunità della Visitatoria Maria Madre della Chiesa (RMC): Madre Angela Vespa e Madre Mazzarello “Auxilium”, Madre Ersilia Canta e Sr. Teresa Valsè.

Scrivi un commento
Non ci sono ancora commenti a questa notizia.
Lascia per primo un nuovo commento!

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.