Verifica triennale RMC e RCG

Roma (Italia). Dal 27 al 30 giugno 2018 si svolge a Roma, in Casa Generalizia FMA, la Verifica Triennale della Visitatoria Maria, Madre della Chiesa (RMC) e Casa Generalizia (RCG). Lo slogan: Per vino nuovo, otri nuovi. Le partecipanti alla Verifica, rappresentanti la comunità B. Eusebia Palomino, le comunità dell’Auxilium Madre Angela Vespa e M. Mazzarello, le comunità Madre Ersilia Canta, Sr. Teresa Valsè, Casa Paolo VI (Concesio) e Casa Generalizia Maria Ausiliatrice sono 40, la Madre Generale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, Madre Yvonne Reungoat e 5 Consigliere generali, Sr. Maria Luisa Miranda, Sr. Alaide Deretti, Sr. Runita Borja, Sr. Vilma Tallone e Sr. Piera Cavaglià.

“La Verifica triennale è un’opportunità che l’Istituto ci offre per ravvivare la consapevolezza della nostra Identità carismatica, rileggere il vissuto alla luce della Parola di Dio e delle sfide dell’oggi e proiettarci con nuova speranza verso il futuro. La verifica è per tutte un’esperienza significativa per rivedere l’impatto che ha in noi e nelle comunità la grande consegna: Allargare lo sguardo per essere con i giovani missionarie di speranza e di gioia”. La Verifica triennale ha una duplice finalità: verificare il cammino post-capitolare e offrire indicazioni per il tema del prossimo CG XXIV.

La prima giornata del 27 giugno è iniziata con la preghiera d’invocazione allo Spirito Santo e il saluto della Superiora di Visitatoria Sr. Maria del Carmen Canales che, richiamando il tema “Per vino nuovo, otri nuovi” delle Assemblee di verifica post-capitololare, ha detto: «Vogliamo tornare a casa con il vino nuovo da introdurre negli otri nuovi. Ma perché le nostre comunità siano otri nuovi, ci sarà utile vivere queste giornate lasciandoci illuminare, oltre che dalla presenza di alcuni giovani, dal dono fatto dalla Chiesa presentandoci la settimana scorsa (19/06/2018) lo Strumento di lavoro per il prossimo Sinodo dei giovani. Anche noi in questi giorni vogliamo: riconoscere partecipando con lo sguardo di Dio sulla realtà; interpretare oltre le idee e andando in profondità verso un livello biblico e antropologico, teologico ed ecclesiologico, pedagogico e spirituale per arrivare ad una visione integrale e sinfonica; scegliere arrivando a prendere decisioni coraggiose e lungimiranti alla luce del cammino che faremo. Ci auguriamo di arrivare, come comunità di Casa generalizia e Visitatoria, a scelte condivise, per giungere a decisioni concrete, profetiche e pratiche che ci aiutino nel percorso di conversione pastorale e missionaria».

Sr Marisa Chinellato, Direttrice della Comunità Madre Ersilia Canta ha raccontato l’esperienza vissuta dalla commissione per la preparazione della verifica triennale, richiamando i diversi momenti delle giornate e le metodologie scelte per il lavoro di riflessione e di discernimento.

Ogni giornata è segnata dall’intervento della Madre Generale M. Yvonne. Il primo tema che Madre Yvonne ha offerto è stato “Nella memoria della Chiamata”. La Madre ha detto : «Per permettere a Gesù di formarci e trasformarci dobbiamo farci trovare da Lui, assimilare i suoi sentimenti, vivere con Lui e in Lui, consegnarci a Lui, fino a vivere nell’Incontro e dell’Incontro. Nell’incontro con Gesù tutto il nostro essere viene illuminato, trasformato. Prende un’altra forma, un’altra fisionomia: quella di Gesù. Come Lui sentiamo allora il bisogno di incontrare gli altri, di farci dono nella missione, che è la sua missione. Per vivere la forza dell’amore con cui Gesù ci ha amati personalmente, ci ha chiamati e continuamente ci invia a portare lo stesso annuncio di felicità specialmente al mondo giovanile, è necessario rimanere in questo amore. L’Incontro con Gesù, se è vero, porta all’incontro con gli altri. Ci affidiamo a Maria, donna dell’incontro, con la sua sollecitudine materna, attenta e premurosa, intuitiva e fattiva. La Madre di Gesù, con il suo stile di vita ci forma nella docilità allo Spirito, ci motiva a tessere relazioni semplici, dirette, cordiali, da persona a persona, a vivere insieme la missione».

Nel tardo pomeriggio c’è stato l’incontro con don Carlo Maria Zanotti SdB, che ha presentato la Lectio divina sul brano tratto dal Vangelo di Marco 2,22 “Per vino nuovo, otri nuovi”: “Il vino nuovo è Gesù. Questa è la novità in assoluto. E la novità che Gesù ha portato, la buona notizia, è che Dio ti ama indipendentemente dal tuo comportamento, che l’amore di Dio non lo devi meritare, ma soltanto accoglierlo. Questo è il vino nuovo, che indica un rapporto completamente nuovo con Dio: non devi far più niente per essere gradito a Dio, ma devi accogliere l’amore di Dio e, con Lui e come Lui, andare verso gli altri”.

La giornata del 27 giugno è stata molto ricca di contenuti, si è conclusa con la Celebrazione del Vespro e la buonanotte di Sr. Piera Cavaglià che ha condiviso notizie di famiglia presentando le nuove opere e comunità nell’Istituto FMA ed evidenziando i segni di bene e di carità solidale della vita donata delle nostre sorelle nelle Ispettorie del Mondo.

Per seguire Flickr e Facebook

Scrivi un commento
Non ci sono ancora commenti a questa notizia.
Lascia per primo un nuovo commento!