Rivista DMA

Grazie, Madre Marinella!

Grazie, Madre Marinella!

GRAZIE dalla Rivista DMA: per anni, l’hai curata con passione e orientamenti chiari. Con te, da “Rivista per la Pastorale giovanile”, è diventata Rivista delle Figlie di Maria Ausiliatrice: una parte di te che si prolunga ora nella storia dell’Istituto.

Un dono che continua nel tempo, eco della tua ”vita vissuta in pienezza di dono al Signore e all’Istituto, che hai servito con amore, intelligenza, fine intuito, audacia, freschezza ed essenzialità evangelica”, come ha evidenziato Madre Yvonne. Oggi torni a ridirci quanto scrivevi nelle tue circolari, dove leggiamo il segreto del tuo essere donna di sconfinati orizzonti, madre capace di tenerezza e forza.

“Scoprire il Risorto, anche nei segni di morte che ci circondano, è generare in noi una sorgente di speranza, è gustare la vita di Dio” (Circ. 701).

“Ogni giorno come Istituto rinnoviamo il nostro affidamento a Maria con fede viva e speranza grande. Solo con l’aiuto della Madre nostra potremo essere quali il Signore ci vuole” (C 703).

“La bella realtà di comunità educante sarà valida soltanto se ci sentiremo ‘Chiesa’ e se sapremo sensibilizzare tutti alla comunione ecclesiale, che ha il suo centro di unità nella Chiesa universale legata al Papa” (C 687).

“Aiutiamo i giovani a scoprire la bellezza di una vita donata agli altri e coopereremo a migliorare la società, nella quale essi porteranno un soffio di speranza” (C 779).

“La gioia salesiana è frutto di un amore impegnato nel dono totale e sereno di sé. Le persone più serene che ci vivono accanto non sono quelle che rifuggono la sofferenza, ma quelle che ne hanno capito il valore salvifico” (C 741).

“Il nostro impegno, personale e comunitario, ci porti ad addentrarci sempre più nella cultura che ci circonda, nel guardare il positivo che la caratterizza per saperne cogliere i valori e permearli di verità evangelica” (C 775).

Madre Marinella Castagno
è nata a Bagnolo (Cuneo) il 21 maggio 1921.
Morta a Nizza Monferrato (Asti)
il 5 febbraio 2013, è stata
Superiora generale dell’Istituto FMA
dal 1984 al 1996.

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.