Rivista DMA

Stare con…

Stare con... “Quando faccio un’esperienza forte di dialogo con Dio nella preghiera, soprattutto nell’Eucaristia, sento una forza rinnovata per dialogare e incontrare con bontà e apertura le persone con cui vivo”, mi diceva una sorella qualche giorno fa. L’Incontro in profondità - ne siamo tutte convinte - è alla radice di ogni nostra relazione interpersonale, è la premessa, la condizione per l’incontro vero con le persone. A vari livelli. Sul piano educativo: dove spesso il prezzo di un incontro che fa crescere implica anche il saper prendere decisioni emotivamente difficili, quando un bene maggiore lo richiede. L’incontro si fa vicinanza, accoglienza, ascolto, fermezza, ospitalità. Sul piano interculturale e interreligioso: dove il dialogo è la via per sanare le lacerazioni di un “mondo squarciato”. Nei confronti della natura: in un rapporto di rispetto, di incremento delle risorse, anche con la cura di una “agricoltura sostenibile”. Sul piano virtuale: uno spazio di relazione, abitato con sempre maggior frequenza soprattutto dai giovani. Che non deve tuttavia sminuire la relazione umana. L’incontro vero: non ha bisogno di tante parole. C’è un dialogo della vita che si esprime nell’agire insieme, nella comunione dei gesti, nella fecondità del segno. Noi abbiamo la certezza che è incontro autentico se si alimenta nell’Incontro profondo con Colui che dà senso a tutti gli altri incontri.
Lo dice in forma poetica suor Maria Pia Giudici, in un testo del 2 febbraio scorso. L’ha intitolato Stare.

“Stare con Te / come il tralcio con la vite
e nella vite.
Stare con Te / come la piccola gemma
col suo albero grande.
Stare con Te / come la cima dell’albero
con l’aria azzurrina,
come le sue radici con la terra
che lo nutre.
Stare con Te / come l’amata con Colui
che l’ama.
Stare con Te / nel primato
della contemplazione sgrovigliandosi
da presunte urgenze di chiasso.
Stare con Te
imparando l’alto silenzio del cuore
dove la tua Parola
ha spazio e voce
per essere comunicata.
Stare con Te,
o Sorgente della vita,
perché la Parola, limpida zampilli in noi
e da noi scorra
colma di Nuovo Amore
e raggiunga il cuore dei giovani.
O Maestro Sposo Signore,
stare con Te
è il segreto che salva
il futuro del mondo”.

gteruggi@cgfma.org

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.