Rivista DMA

Un anno ricco di eventi

La linea capitolare continua a orientare, come filo rosso, questa annata della Rivista. L’impegno ad “essere segno ed espressione dell’Amore preveniente di Dio” viene declinato nell’ottica dell’essere Testimoni: di un Incontro, dell’ascolto, di gratuità, di speranza. Essere Testimoni: risposta nell’oggi della nostra identità carismatica, per essere “sentinelle” che vigilano nella notte in attesa di un’alba che sta per venire.
DMA si presenta con nuove Rubriche: sui temi dell’accompagnamento, dell’ecologia, del rapporto amore-giustizia, riflessioni sulla realtà contemporanea. Camilla sospende le sue comunicazioni. Ha deciso un passaggio di consegna, pieno di sorprese.  

I contenuti della Rivista riflettono alcuni eventi che segnano il 2011. Sul versante ecclesiale, si celebrano in agosto a Madrid le Giornate Mondiali della Gioventù dal tema: “Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede”. “Libertà religiosa, via per la pace” è lo slogan scelto da Benedetto XVI per la Giornata mondiale della pace.

L’Assemblea ONU ha proclamato il 2011 Anno Internazionale della Chimica, ma anche - a partire dal 12 agosto 2010 ­Anno Internazionale della gioventù, mentre il Consiglio dell’Unione Europea celebra l’Anno Europeo del Volontariato.

La Strenna del Rettor Maggiore, sul tema “Venite e vedrete”, focalizza l’attenzione di tutta la Famiglia salesiana intorno alla dimensione vocazionale della pastorale. “Criterio di autenticità di una buona evangelizzazione è la sua capacità di suscitare vocazioni”, ricorda don Pascual Chávez.

Importante per noi FMA è il centenario dell’approvazione pontificia dell’Istituto. Il primo articolo delle Costituzioni ce lo ricorda: siamo state approvate il 7 settembre 1911 da Pio X, mentre era Rettor Maggiore don Paolo Albera e Madre generale M. Caterina Daghero. In questo stesso anno, si è aperto il processo per la causa di beatificazione di Madre Mazzarello, dichiarata santa 40 anni più tardi (1951). Nel contesto delle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia, collaboriamo, come Istituto, mediante un progetto di ricerca realizzato dalla Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”, sul contributo delle Figlie di Maria Ausiliatrice all’educazione delle donne in Italia negli anni 1872-2010.

Un anno ricco di eventi il 2011. Tante opportunità per accogliere e accrescere il dono e l’impegno di essere testimoni del Signore Gesù.

gteruggi@cgfma.org

 

OK Su questo sito NON utilizziamo cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici e/o per il monitoraggio degli accessi. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie.