8 marzo: “Consulta Femminile”

8 marzo: “Consulta Femminile”

Vaticano. Nella mattinata del  7 febbraio 2017, alla vigilia della Giornata internazionale della Donna, presso la  Sala Stampa della Santa Sede, c’è stata la presentazione della “Consulta Femminile”, organismo permanente all’interno del Pontificio Consiglio della Cultura, nato il 23 giugno del 2015 con l’obiettivo di offrire alla società il contributo unico delle donne.

Sono 37 le donne membri appartenenti alla Consulta, tutte impegnate nel mondo delle professioni, del giornalismo, del Terzo settore, della Chiesa, del mondo dello spettacolo e della moda.  Sono ambasciatrici, imprenditrici, suore, sportive, attrici, medici, teologhe, dirigenti dello Stato.
L’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice è riconoscente per la presenza, tra i membri della Consulta, di suor Marcella Farina FMA, Teologa della Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione "Auxilium".
La Consulta si riunisce formalmente tre volte l’anno e interviene con proposte sulle molteplici attività del Dicastero: l’intelligenza artificiale, le neuroscienze, lo sport, l’antropologia umana.
Relatori dell’incontro il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura, insieme a Consuelo Corradi, Prorettore alla ricerca e ai rapporti internazionali dell’Università Lumsa e coordinatrice dell’organismo, e la teologa iraniana, Shahrazad Houshmand, docente di Studi Islamici e di Lingua e Letteratura Persiana presso l'università La Sapienza e la Pontificia Università Gregoriana, componente del Consiglio per l'islam presso il Ministero dell'Interno.  Presentato anche il numero monografico della rivista del dicastero, Cultura e Fede, a cura della Consulta femminile.

Consuelo Corradi nelle sue parole di apertura ha detto che «la Consulta ha attivato al suo interno dei gruppi tematici e dal loro lavoro è nato il numero speciale di “Culture e fede” che è stato presentato sempre oggi per celebrare l’8 marzo. La pubblicazione approfondisce quattro temi:  Andare incontro ai giovani, al loro peculiare linguaggio, alla loro esperienza, forza e fragilità. Superare le disparità di accesso al lavoro e di remunerazione, che ancora esistono persino nei paesi dove le ragazze hanno tassi di istruzione più elevati dei maschi.  Sostenere la presenza positiva delle donne nelle religioni. Gettare un ponte verso le culture maschili».

Dopo il saluto di Consuelo, il Presidente del Consiglio della Cultura,  Card. Gianfranco Ravasi ha messo a fuoco la natura di quest’organismo sottolineando: «Ho voluto la partecipazione di queste donne non come un elemento cosmetico, neppure per concedere qualcosa tolto a loro, ma l’ho voluto per stare presenti in tutte le attività del Dicastero, perché dappertutto ci fosse uno sguardo femminile, qualcosa che me ne sono accorto, non avevamo neppure sospettato. E proprio perché il loro sguardo può vedere altrove, fanno anche delle proposte».

Le partecipanti, a conclusione, hanno spiegato che scopo della consulta è “lavorare in dialogo con le diversità, le religioni e i tanti mondi in cui le donne operano, convinte che la pluralità è il presupposto dell’azione umana”.

Suor Marcella Farina FMA, uno dei  membri della Consulta Femminile, in un’intervista ha detto: « Sono membro di questa Consulta proprio per portare la voce delle religiose che, nella storia come nel Vangelo, hanno rappresentato questo genio femminile che sempre c’è stato e sempre ci sarà. La vita religiose costruisce solidarietà, comunione. Nella donna c’è una vocazione personale e una vocazione profetica perché diventa generatrice di vita».

http://www.internationalunionsuperiorsgeneral.org

Scrivi un commento
4 commenti
14/03/2017 1.37.35 - Beatriz Muñoz

Felicitazioni Sr. Marcella! Veramente sei una stupenda rappresentate delle religiose! Grazie!

10/03/2017 15.21.44 - Luz Consuelo Estrella

Deo gratias de esta nueva consulta femenina, a ti Sor Marcella felicidades, esta precioso lo que dijiste, la mujer tiene en la sociedad una misión particular, como mujer, como cristiana, como religiosa tenemos algo muy particular que Dios nos regaló la sensibilidad, la ternura, el ojo que observa lo que otros no ven, adelante, me da mucho gusto todo esto. No podemos traicionar, ni la historia ni el evangelio.

08/03/2017 18.26.40 - Aida

Que belleza, hoy al celebrar el Dia de la Mujer, y leer el aporte vital de todo un equipo de mujeres,gracias,son la voz de tantas mujeres que prometen, Vida,compromiso,fantasia Armonia, y sobre todo ,crear vínculos de humanidad de paz de trabajo de piedad, con el corazón humilde digo. gracias a TI amiga.mujer MADRE,MAESTRA COMPAÑERA,VECINA,UN ABRAZO DE AGURIO. Aida

08/03/2017 9.41.29 - Sr Angela S.

Lo Spirito di Dio suscita sempre nuovi campi d'azione per estendere il Regno! Con Sr Marcella, tutto l'Istituto si renda disponibile a collaborare perchè i germi di bene seminati nel mondo giungano a maturazione per il bene dell'intera umanità. Maria ci guidi e ci aiuti!